Ancora un "Settimana d'autore" al Gabbiano

4' di lettura Senigallia 07/12/2017 - Ancora una settimana caratterizzata da interessanti pellicole d’autore e d’arte al Cinema Gabbiano.

Si comincia con DUE SOTTO IL BURQA, la pungente commedia degli equivoci distribuita da I Wonder Pictures che affronta con audacia e leggerezza temi attuali e complessi, grazie all’intelligente scrittura mai oltre il limite dell’irriverenza. Complice un cast di giovani attori affiatati e straordinari (Felix Moati, Camélia Jordana, William Lebghil), il nuovo film della regista francese Sou Abadi trasmette con la forza del sorriso un messaggio universale di libertà e tolleranza capace di commuovere, far riflettere e colpire al cuore. Due sotto il burqa sarà in programmazione venerdì alle 18.40, sabato alle 18.30 e 22.40, domenica alle 16.30 e 21.00, martedì alle 21.15. Si continua poi con la rassegna “di lunedì” con l’ultimo lavoro di un affezionato “ospite” del Cinema Gabbiano, il regista Daniele Vicari, che sarà in collegamento diretto via Skype con gli spettatori per presentare Sole, cuore, amore, pellicola che va ben oltre la serenità diffusa dal suo titolo per affrontare con coraggio quei fenomeni di brutalità del precariato conseguenti alla recente crisi economica. È la storia di due donne molto diverse amiche da sempre.

La prima, Eli, interpretata da una magnifica Isabella Ragonese, ha quattro figli da mantenere e il carico di essere l'unica che lavora in famiglia: si sveglia prima che faccia giorno e affronta una lunga traversata per raggiungere il bar di Roma, dove si impegna per trasformare un incarico malpagato e in nero in qualcosa di gratificante, nonostante debba sopportare l'ignavo padrone del bar e la sua moglie maleducata. La sua amica Vale (Eva Grieco), a cui la lega un affetto profondo, è invece una danzatrice contemporanea di ricerca che trae sostentamento dal lavoro nelle discoteche e non deve rendere conto a nessuno. Vicari (“Velocità massima”, “La nave dolce” e “Diaz” tra le sue opere più note) racconta di avere scritto la sceneggiatura in appena 48 ore, preda di avvenimenti che hanno suscitato una forte reazione emotiva. Il film si ispira a fatti realmente accaduti, anche recenti, ed è per questo che certe storie meritano di essere raccontate.

Se Eli rappresenta un personaggio quasi neorealista, Vale invece è il futuro, un personaggio quasi postmoderno, il suo stile di vita non presuppone nemmeno di avere una famiglia, ma il suo affetto riuscirà comunque a creare una identificazione con l’amica. Più in generale Sole, cuore, amore è un film sulla forza delle donne, capaci di caricarsi sulle spalle problemi enormi, a sopravvivere nei duri tempi del precariato e a interpretare il mondo attraverso, l’arte, la poesia, il cinema. E proprio per questo la danza ha un ruolo centrale nel film di Vicari: è l’espressione di quella incredibilmente faticosa coreografia che moltissime donne costruiscono ogni giorno per restare a tempo con la propria vita. Appuntamento alle ore 21.15. Nei due giorni seguenti la sala senigalliese ospiterà anche un nuovo appuntamento con la stagione della grande arte al cinema, distribuita nelle sale da Nexo Digital. Dopo lo straordinario successo di Loving Vincent, che ha emozionato decine di migliaia di spettatori in tutta Italia, sarà dunque la volta di L’arte viva di Julian Schnabel. un film evento diretto dal regista partenopeo Pappi Corsicato, che verrà distribuito nelle migliori sale solamente martedì 12 (in serata, alle ore 21.15) e mercoledì 13 (in questo caso nel tardo pomeriggio, alle ore 18.30).

La pellicola racconta la storia personale e la carriera pubblica del celebre artista e regista Julian Schnabel, ripercorrendo la sua formazione, dagli esordi della vita professionale nella New York City di fine anni Settanta all’ascesa negli anni Ottanta fino al raggiungimento dello status di superstar nel panorama artistico di Manhattan. Corsicato crea un ritratto affascinante e rivelatore di uno dei pittori più anticonformisti e irrequieti del panorama contemporaneo. Descrive soprattutto il suo approccio estroverso e anticonvenzionale nei confronti del lavoro e della vita, ma approfondisce anche la grande passione cinematografica di Schnabel, autore di film pluripremiati come Basquiat, Prima Che Sia Notte, Lo Scafandro e la Farfalla. Oltre alla miscela multicolore di materiale tratto dagli archivi personali, il film contiene riprese dell’artista al lavoro e nel tempo libero, nonché le testimonianze di tanti amici, familiari, attori e artisti, tra i quali Al Pacino, Jeff Koons, Bono e Laurie Anderson. Ricordiamo che per tutti gli spettacoli i biglietti sono sempre acquistabili in qualsiasi momento anche online sul sito www.cinemagabbiano.it.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-12-2017 alle 14:47 sul giornale del 09 dicembre 2017 - 288 letture

In questo articolo si parla di cinema, cinema gabbiano, senigallia, spettacoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPGf