Corinaldo: l’Unitré inaugura l’anno accademico 2017/2018

10/11/2017 - Verrà inaugurato domenica 12 novembre alle ore 16:30 al teatro comunale “Carlo Goldoni” il 22°anno accademico dell’Unitré, università della terza e delle tre età.

L’associazione di promozione sociale, da ventidue anni presente nel territorio e da sempre a fianco dell’Amministrazione, oltre a illustrare il programma annuale e introdurre i tradizionali corsi, presenterà i nuovi: “Alla scoperta del territorio”, “Invito all’opera”, “Erbe spontanee a tavola”, Autori marchigiani del secondo ‘900, corso base di Nordic Walking, laboratorio di cucina naturale (in collaborazione con una nutrizionista). “Da qualche anno abbiamo deciso di assoldare insegnanti qualificati, non perché i volontari di prima non lo fossero, anzi, ma proseguire un percorso, cercando sempre di migliorarsi è non lasciare più nulla al caso e puntare sulla professionalità”, la presentazione del nuovo anno accademico nelle parole del presidente dell’associazione Maria Ferroni.

Per quanto riguarda le nuove attività: “ “Alla scoperta del territorio” sono quattro incontri a tema comprendenti: monasteri e conventi nella storia di Corinaldo, paesaggi marchigiani nei capolavori rinascimentali, la foresta fossile nella valle del Cesano, per le vie del borgo; “Invito all’opera” è una sorta di alfabetizzazione all’opera, al melodramma, un approccio alla struttura attraverso incontri teorici e pratici, con uscite a teatro, per esempio al “Pergolesi” di Jesi, per andare ad assistere alle prove generali di alcune opere; “Erbe spontanee a tavola”, un corso teorico e pratico per imparare a riconoscerle e utilizzarle; “Cucina naturale+nutrizionista”, un lavoro di squadra ovvero collegare l’attività motoria della ginnastica dolce con un’alimentazione sana, mutevole nel tempo, comprendere cosa mangiare e come cucinare”.

In cantiere un nuovo progetto: “L’idea che abbiamo e che vorremmo sviluppare a breve, è quella di costituire un gruppo di persone per riscoprire, raccontare, ricostruire le vecchie storie di e su Corinaldo, per ritrovare la nostra identità di corinaldesi dando nuova vitalità a qualcosa di nostro, al paese.”

“Un borgo culturalmente accogliente lo si riconosce da tante cose, in particolar modo da tutte quelle realtà che, al suo interno, lavorano costantemente per il benessere della collettività e che si impegnano quotidianamente per raggiungere questo importante obiettivo- il pensiero dell’assessore alla Cultura Giorgia Fabri- “Fare cultura” significa prima di tutto creare occasioni di dialogo, di approfondimento e d’accrescimento di emozioni e saperi senza tralasciare importanti aspetti sociali: anno dopo anno l’Unitré corinaldese si dimostra, su questi temi, sempre più viva e attiva che mai. Lo dimostra anche ora presentando una serie di corsi interessanti e differenziati, scegliendo il nostro teatro comunale come luogo per dare l’avvio a queste attività . Un pensiero di gratitudine, vogliamo esprimere alla presidente Maria Ferroni, a tutti i suoi collaboratori, agli “allievi” e a tutti i docenti di questo ventiduesimo anno accademico , augurando loro un percorso arricchente e auspicando ancora, come di consuetudine, nuove occasioni di collaborazione con questo Assessorato e con l’Amministrazione tutta”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-11-2017 alle 16:28 sul giornale del 11 novembre 2017 - 689 letture

In questo articolo si parla di cultura, comune di corinaldo, corinaldo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aONV





logoEV