Franchi a Silvestri sulla polemica vaccini: "Spostare l'attenzione sull'AIDS è una trappola"

05/11/2017 - Dopo le polemiche del Dott. Silvestri sull'intervento del Dott. Franchi all'incontro organizzato da SBC previsto per il 10 novembre alle ore 21 presso l'auditorium San Rocco sul tema "Salute e diritto. Le vaccinazioni pediatriche approfondimento sulla legge 119/17 ", il Dott. Franchi ci ha trasmesso quanto segue.

“Carissimi Senigalliesi, mi presento brevemente. Ho due specializzazioni: una in Igiene e Medicina Preventiva e l’altra in Malattie Infettive. Ho lavorato dapprima in un reparto di medicina interna quindi in un reparto di riabilitazione e poi, dal 1986, in un reparto di malattie infettive dove sono rimasto fino alla pensione, nel novembre 2011. In seguito sono stato all’estero in Brasile e in Ruanda, dove ho conosciuto alcuni aspetti della loro organizzazione sanitaria ed ospedaliera. Avevo intenzione di trasferirmi lì, poi ho rinunciato. Mi sono occupato per conto mio di approfondire alcuni aspetti controversi della medicina che ho pubblicato prevalentemente su riviste non peer-reviewed.

Il principale è stato quello dell’AIDS e dell’ HIV, ma anche dell’HCV, di alcune medicine alternative, di vaccini, dello scandalo mondiale dell’influenza aviaria, e di quella suina, per fare qualche esempio. Ho tenuto qualche lezione universitaria su “Il metodo scientifico” di cui perciò ho una infarinatura. Per tale mia attività ho ricevuto qualche apprezzamento da parte di scienziati e medici illustri, che, pur non pensandola come me, ammettevano che le mie argomentazioni non erano affatto peregrine. Il tempo mi ha dato ragione su molto, non su tutto. Ho individuato alcune pubblicazioni scientifiche fraudolente, che ho denunciato ai direttori delle riviste ed agli organismi di controllo internazionali, quindi so benissimo come NON funzionano. Anche questa sarebbe una lunga storia.

Non ho mai ricevuto alcuna censura o richiamo da parte dell’Ordine dei Medici. Non ho avuto alcuna condanna né penale né amministrativa. Pago le tasse e vivo in un Paese sedicente democratico. Tuttavia ora mi viene qualche dubbio che lo sia. Sono stato invitato a parlare di vaccini a Senigallia in un confronto pubblico. Questo ha scatenato la reazione scomposta del prof Silvestri che sarebbe disposto a “prendere un calcio nei coglioni ed essere oggetto di sputi” purché io non parlassi. È normale che i grandi scienziati, con il curriculum lungo così, si esprimano in tale modo? Che si sentano in dovere di tappare la bocca in nome della Loro Scienza, proprietà esclusiva? Che siano questi i loro argomenti?

Il fatto di voler spostare l’attenzione sull’AIDS è una trappola in cui Silvestri vorrebbe voi finiste. È un fuori tema, un argomento diverso, molto vasto, ed io sono disposto ad affrontarlo la prossima volta che mi inviterete con un tempo congruo a disposizione. Ma ora no. Non distraiamoci. Si parli solo di vaccini e della politica vaccinale. È perciò che sono stato invitato. Comunque, a chi è tanto interessato a controllare quali assurdità io abbia detto sull’AIDS, invito a leggere il file allegato. Chi vuole criticarmi cominci da questo, poi passeremo ad altro a tempo debito. Quindi verrò a presentare quel che so sul tema ora diventato molto scottante, e poi potrete fare le Vostre valutazioni e trarre le Vostre conclusioni".



...

...





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-11-2017 alle 15:10 sul giornale del 06 novembre 2017 - 2194 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, giulia mancinelli, politica, senigallia, Senigallia Bene Comune

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aODc





logoEV