Morto in A14: Mocchegiani era sopravvissuto ad un grave incidente in moto, stavolta non ce l'ha fatta

30/10/2017 - Cristiano Mocchegiani è stato travolto da un autocarro lunedì mattina mentre viaggiava in A14 verso Senigallia a bordo di un furgoncino.

Cristiano aveva già subito un grave incidente. Tanti anni, oltre 20, da quella gravissima caduta in moto, avvenuta sul lungomare di Senigallia. Era rimasto in coma tra la vita e la morte, per poi risvegliarsi miracolosamente. Tanto l'affetto ricevuto dai familiari e dai tantissimi amici, allora poco più che 15enni, che nel reparto di rianimazione di Torrette avevano fatto arrivare il loro calore a Cristiano. Un ragazzo timido con la passione per la musica, che da ragazzino si divertiva a fare il dj, negli anni questa passione lo aveva portato ad avere collaborazioni radiofoniche.

Aveva superato quel brutto incidente e per anni si era occupato di pubbliche relazioni per molte discoteche del maceratese e dell'anconetano. Poi un lavoro, la famiglia e un bimbo avuto dalla compagna quattro anni fa.

Lunedì 30 ottobre si era fermato sulla corsia di emergenza della A14. Lì lo attendeva un triste destino, quello che a 17 anni proprio sul lungomare che si affaccia in quel tratto tra Marzocca e Senigallia lo aveva lasciato tornare dai suoi cari. Stavolta però ogni tentativo di rianimarlo non ha avuto il sopravvento.

Che il cielo sia lieve a questo giovane timido, sensibile e buono di cuore.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it




Questo è un articolo pubblicato il 30-10-2017 alle 17:46 sul giornale del 31 ottobre 2017 - 9113 letture

In questo articolo si parla di cronaca, incidente, jesi, senigallia, a14, cristina carnevali, articolo, Cristiano Mocchegiani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aOui





logoEV