Lunedì al Gabbiano per “Il Cinema Ritrovato” Eraserhead – La mente che cancella

27/10/2017 - I “lunedì d’autore” del Gabbiano offriranno la prossima settimana Eraserhead, un vero e proprio cult entrato a far parte della storia del cinema e in particolare dei circuiti underground grazie al suo immaginario surrealista, alla strana colonna sonora e alla sua aura visionaria.

Si tratta del film d’esordio di David Lynch, recentemente restaurato per celebrare degnamente il quarantennale dalla sua prima uscita nelle sale cinematografiche, avvenuta appunto nel 1977. Stanley Kubrick fu il primo estimatore di questa specialissima pellicola, che vide la luce dopo ben cinque anni di lavorazione. Il film venne inizialmente giudicato impossibile da distribuire nelle sale, ma una volta entrato nel circuito delle proiezioni di mezzanotte, rimase in programma per anni, ottenendo un sorprendente successo di critica e decretando il giovane regista come rappresentante dell'avanguardia cinematografica postindustriale.

Diffuso in Italia con il sottotitolo “La mente che cancella”, Eraserhead è una storia lugubre e grottesca: ne è protagonista un giovane che vive in una squallida stanza in una desolata area industriale, costretto a prendersi cura di un essere bizzarro, partorito dalla sua fidanzata. Lynch, che è anche sceneggiatore del film, ha ripetutamente raccontato di aver iniziato a praticare la meditazione durante la lunga e difficile lavorazione di questo horror sperimentale, girato in uno splendido bianco e nero, che descrive incubi e allucinazioni di una sorta di minorato e della sua mostruosa progenie. In realtà Eraserhead sfugge a semplici classificazioni per il suo carattere enigmatico e minimalista: un pollo arrosto che sanguina e si muove, una ragazza deforme che esce dal termosifone sono solo alcune delle disturbanti immagini in bianco e nero diventate un culto per i cinefili.

Nel 2004 il film fu dichiarato "culturalmente significativo" dalla Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti ed è stato selezionato per la conservazione dal National Film Registry. Ora torna nelle sale in versione restaurata in 4K con la supervisione dello stesso Lynch, grazie alla Cineteca di Bologna che lo distribuisce nell'ambito del progetto “Il Cinema Ritrovato”. Per chi volesse scoprirlo, o riscoprirlo, l’appuntamento al Gabbiano è per lunedì 30 ottobre alle ore 21.15, con biglietto di ingresso a 6 euro, acquistabile in qualsiasi momento anche online sul sito www.cinemagabbiano.it.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-10-2017 alle 19:42 sul giornale del 28 ottobre 2017 - 350 letture

In questo articolo si parla di cinema, cinema gabbiano, senigallia, spettacoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aOqh





logoEV