Senigallia città dell’amore?

25/10/2017 - Pochi senigalliesi sanno che le reliquie di San Valentino sono custodite nella chiesa del Carmine a Senigallia. Il pubblicizzare questo fatto potrebbe avere per la nostra città sia un ritorno in termini economici che d’immagine.

Già alcuni anni fa, come portavoce di un’associazione di commercianti, avevo proposto all’Amministrazione Comunale di valorizzare la presenza delle reliquie del patrono degli innamorati sul nostro territorio (V.S. del 28/02/2005); facciamo però un passo indietro per capire come mai si trovano a Senigallia.

Durante il pontificato di Pio IX, che come tutti sanno nacque qui, il Vicario di Roma donò al cardinale Domenico Lucciardi le reliquie che, a sua volta, in data 19 febbraio 1853, le donò alla chiesa del Carmine (vedi foto).

In precedenza la festa del Santo veniva celebrata con devozione durante tutto il medioevo per poi cadere nel dimenticatoio.

Continuò però a rimanere viva nei paesi anglosassoni tanto che nella metà del XIX secolo riprese importanza con rinnovato vigore negli Stati Uniti per poi diffondersi in tutto il mondo.

La città di Terni il cui patrono è San Valentino organizza ogni anno manifestazioni a tema che culminano il 14 febbraio dove nella basilica dedicata al santo si ritrovano centinaia di coppie provenienti da tutta Italia per scambiarsi la promessa d’amore.

Ora Senigallia potrebbe candidarsi a diventare la città degli innamorati (come Corinaldo è diventata la città delle streghe), con conseguente afflusso di persone in un periodo di bassa stagione che, se anche non enormemente rilevante in termini prettamente economici, lo sarebbe senz’altro a livello d’immagine e di conoscenza della città da parte di potenziali futuri turisti.

Purtroppo come spesso accade le mie proposte vennero si accettate dall’Amministrazione Comunale nella persona dell’allora Assessore Rebecchini (V.S. del 30/04/2005), ma solo sulla carta.

Non fecero nulla; in politica tra il dire ed il fare c’è di mezzo il mare.

Rinnovo quindi l’invito ai nostri amministratori a pubblicizzare l’evento al quale commercianti, ristoratori ed albergatori potrebbero poi aderire magari con la simpatica formula del 2 per 1 il giorno 14 febbraio a chi si presenterà in coppia.





Questo è un articolo pubblicato il 25-10-2017 alle 23:59 sul giornale del 27 ottobre 2017 - 2582 letture

In questo articolo si parla di attualità, ettore coen, articolo e piace a Daniele_Sole

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aOcY

Leggi gli altri articoli della rubrica L'altra Senigallia





logoEV