Il peso della bolletta è insostenibile: ridurre i consumi si può

27/10/2017 - In Italia il peso delle bollette energetiche sul bilancio delle famiglie è notevole: questo il parere del presidente dell’Osservatorio Energia CNA, secondo il quale in Europa nessun paese conta su una media di spesa così elevata.

E ciò comporta ovviamente delle conseguenze: in termini di competitività per le imprese, e in termini di potere d’acquisto per i cittadini. Questo perché le medie di costi in Italia superano del +36% le medie europee, arrivando fino ad un massimale del +45% per le PMI. Colpa dei prelievi fiscali.

Occorre perciò fare un po' di economia, laddove possibile. Ecco come fare.

Scegliere la giusta tariffa per l’energia elettrica

Alla luce di questi dati, occorre intervenire per ridurre i consumi e riportare la voce di costo delle bollette entro un termine sopportabile. Per farlo, il primo passo è imparare come scegliere la giusta tariffa per l’energia elettrica. Dopo aver compiuto una attenta analisi dei propri consumi, bisogna poi scegliere una tariffa che sia consona alle abitudini familiari: come ad esempio quella bi-oraria. Il tutto per ottimizzare le spese in base a come e quando utilizziamo l’elettricità.

Evitare l’uso di elettrodomestici ad alto consumo

Gli elettrodomestici possono diventare uno dei maggiori pesi che gravano sulle bollette. Molto spesso questo accade per via del fatto che i vecchi modelli consumano energia che potrebbe essere altrimenti risparmiata. Per evitare questi sprechi, meglio abbandonare le vecchie tecnologie e optare per elettrodomestici di classe A+++, come la lavatrice. Poi ovviamente usarli in fasce orarie che costano di meno, come la notte. Il consiglio è dunque di acquistare un modello nuovo ed ecosostenibile. Se si decide in questo senso è possibile anche acquistarle online, dove si troveranno anche molte lavatrici in offerta, come accade su e-commerce come monclick.it. Questo include anche le lavatrici A+++, votate al risparmio delle risorse energetiche. Una piccola spesa all'inizio che consente notevoli risparmi nel medio-lungo termine.

Risparmiare sui consumi in cucina e in casa

Esistono delle accortezze che permettono di abbattere i consumi energetici anche in cucina, oltre che in senso generale. Ad esempio, i caloriferi non vanno mai posizionati vicini ai frigoriferi: questo causerebbe un consumo di energia molto elevato. Anche l’uso dei fornelli a gas è da preferire a quelli elettrici, per i quali avreste sicuramente bisogno di un piano per l'energia elettrica con più kwh. In casa, invece, bisogna fare tanta attenzione alle luci: il consiglio è di usare quelle a LED, e di spegnere le luci quando le stanze sono vuote.

I micro-controllori per risparmiare energia

Società come la Texas Instruments hanno presentato una nuova generazione di contatori intelligenti: i suddetti riescono ad ottimizzare i consumi tramite le tele-letture a ultrasuoni. A seconda delle tecnologie utilizzate, questi strumenti (noti come micro-controllori) possono portare un risparmio energetico dal +25% al +98%. E sono anche molto più compatti, al punto che le dimensioni vengono ridotte del 60% rispetto ai comuni contatori. Questi contatori smart, nello specifico, aiutano a risparmiare sui consumi idrici in casa: anche il conteggio degli stessi, poi, si dimostra più efficiente e rapido rispetto ai classici contatori.





Questo è un articolo pubblicato il 27-10-2017 alle 12:29 sul giornale del 27 ottobre 2017 - 499 letture

In questo articolo si parla di economia, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aOpb