Donatiello nuovo segretario del PD: "La mia sfida è allargare la base del Pd al centrosinistra"

18/10/2017 - Il Pd presenta ufficiamente il nuovo segretario Giulio Donatiello. 64 anni, in politica dall'86, Donatiello è stato consigliere comunale dal '96 al 2015, e ha continuato a lavorare poi per la segreteria ed ora raccoglie il testimone di Elisabetta Allegrezza. Tra i primi impegni del nuovo segretario nuove attività per i circoli e l'organizzazione di tavoli tematici.

Ad introdurre il nuovo segretario è stata la Allegrezza. "Donatiello non ha bisogno di presentazioni, fa politica dall'86, è entrato in amministrazione dal '95 ed è stato sempre presente negli organismi di governo -ricorda la segretaria uscente- . La condidatura unitaria non è di poco conto se pensiamo al momento storico che viviamo. Senigallia si riconferma un'isola felice perchè sappiamo fare sintesi e guardiamo alle capacità della persona. Giulio ha tutte le caratteristiche per guidare il partito, è un uomo di esperienza, professionalità, persona seria onesta e di qualità". La Allegrezza, che lascia l'incarico di segretaria avuto nel 2010, ha voluto ringraziare il Pd per "l’esperienza formativa" sottolineando di  lasciare "un partito sano, che si è sempre rapportato con l’amministrazione, fatto questo di per sè non scontato". 

Anche il sindaco Mangialardi, membro della segreteria regionale del Pd, ha voluto ringrazie la Allegrezza e augurare buon lavoro a Donatiello. "Ringrazio Elisabetta a nome di tutti per il lavoro fatto perchè il Pd di Senigallia è uno degli artefici del nostro successo a livello regionale perché non è mai stato frenante verso l’amministrazione anche con sono mancati gli scontri con me. Abbiamo vinto nel 2015 le amministrative solo perchè avevamo un partito che si è compattato, perchè siamo persone oneste, non abbiamo mai sottratto un euro al pubblico. Si può sbagliare scegliendo è meglio che non scegliere affatto e comunque ci siamo sempre assunti le nostre responsabilità. Come il Pd di Senigallia nella regione non c'è nessuno, non c'è a Jesi, a Civitanova e neanche a Fabriano. Con Donatiello investiamo in una persona di grande esperienza che sa coinvolgere dalla base".

La candidatura di Donatiello ha messo d'accordo tutte le mozioni del Pd, come ha sottolineato Dario Romano che riconosce nel nuovo segretario "la sintesi perfetta di tutte le componenti del Pd".

Allargare la base degli iscritti anche ai “simpatizzanti” del centrosinistra, dialoghi serrati tra i vari circoli (anche con l'introduzzione delle figure di un vice coordinatore e di un tesoriere) e nuovi tavoli tematici sono intanto le nuove sfide che lancia al Partito Democratico il nuovo segretario. “Il mio obiettivo è quello di coinvolgere non solo iscritti e simpatizzanti ma anche quanti del centrosinistra hanno preso parte alle primarie -afferma Donatiello- vorrei incentivare le attività dei circoli e raccordali anche con quelli delle valli del Misa e Nevola e organizzare tavoli tematici su cultura, legalità, sviluppo economico, sociale e sanità. Ho su di me una bella responsabilità e ringrazio tutti per la fiducia". 







Questo è un articolo pubblicato il 18-10-2017 alle 22:30 sul giornale del 19 ottobre 2017 - 3315 letture

In questo articolo si parla di vivere senigallia, giulia mancinelli, politica, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aN8t