Sigili ad una ditta di spurgo: nel mirino lo stoccaggio "illecito" di rifiuti

guardia di finanza 14/10/2017 - La Guardia di Finanza di Ancona ha messo i sigilii ad una azienda di spurgo con sede a Montemarciano e Senigallia, Nel mirino delle fiamme gialle ci sarebbero le modalità con cui sono stati stoccati i rifiuti.

Le ipotesi degli investigatori sono di contaminazione e inquinamento delle falde acquifere e del sottosuolo. Per accertare o escludere tali ipotesi sono stati prelevati campioni di terreno affidati all'Arpam per le analisi.

La Multiservizi invece è stata chiamata per verificare lo stato delle acque nelle condotte idriche e nelle fognature. Nelle prossime settimane dovrebbero arrivare i primi risultati. Nel frattempo sono stati sequestrati diversi materiali e posti i sigilli ai due stabilimenti.





Questo è un articolo pubblicato il 14-10-2017 alle 10:46 sul giornale del 16 ottobre 2017 - 5270 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aNX0





logoEV