Topi, piccioni e feci di cani: il centro storico grida vendetta. Mangialardi, "I cittadini devono collaborare"

13/10/2017 - Piccioni e topi "infestano" il centro storico. I residenti da tempo lamentano la presenza di piccioni che provocano sporcizia e incuria ma da qualche giorno l'allarme è anche per la presenza di topi che si vedrebbero "scorrazzare" per le vie del centro storico.

Ma non solo. I residenti chiedono più cestini per gettare i rifiuti e più controlli contro i padroni incivili che non raccolgono le deiezioni dei cani. 

"L'ufficio Ambiente del Comune mi ha assicurato la totale copertura del centro storico nel programma di derattizzazione già stabilito -afferma il sindaco Maurizio Mangialardi- naturalmente in caso di particolari situazioni non mancherà di predisporre ulteriori azioni atte a contrastare il diffondersi di questa specie animale. A questo proposito colgo l'occasione per informare che nel sito istituzionale del Comune di Senigallia, nella sezione "Argomenti - Ambiente e cura della città" si possono trovare tutte le notizie utili nonché i contatti degli uffici competenti per questo genere di segnalazioni".

Per quanto riguarda il decoro urbano, il primo cittadino sottolinea "che il Comune contrasta per quanto possibile con azioni appropriate e mirate sia il proliferarsi dei piccioni sia il degrado conseguente allo scarso rispetto del bene pubblico, ma senza la collaborazione dei cittadini i nostri sforzi non possono che risultare vani".





Questo è un articolo pubblicato il 13-10-2017 alle 23:03 sul giornale del 14 ottobre 2017 - 1703 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aNOC





logoEV