Michele Pecora: sessant’anni di emozioni tra musica e parole

05/10/2017 - Quarant’anni fa un giovane ventenne si affacciava nelle nostre terre… portava dal caldo sud, dalla terra in cui la musica è regina, una vampata di splendida arte nelle note della sua chitarra…

Alla fine degli anni ’70, e all’inizio degli ’80, i decenni universalmente riconosciuti come i più belli di sempre, ci siamo emozionati, commossi, innamorati, sulle note di “era lei”, “piove”, “lontano”, “la fiera dei sogni”, e decine di altri capolavori, segno di un’epoca in cui la gioventù era, da un lato, dimostrazione di forza nelle difficoltà di una crescita, dall’altro una immensa girandola di sentimenti che Michele descriveva con una bravura senza pari.

E ancora oggi, con l’andare degli anni, e dei secoli e dei millenni, quel giovanotto è arrivato a sessant’anni, con i capelli più corti, ma con il cuore sempre aperto, e con le sue opere ci accompagna di spettacolo in spettacolo, di giorno in giorno, per tutta la vita.

Il fan club di Ancona, magistralmente diretto da Elvy Bassetti, lo venera e lo ringrazia, e insieme a lui festeggia questi traguardi. Sessanta anni di età … Quaranta anni di carriera… Con la chitarra nelle mani, e il viso d’angelo a cui sembra che il tempo abbia dato, oltre al dono di una giovinezza eterna, la capacità delle emozioni eterne.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-10-2017 alle 23:59 sul giornale del 06 ottobre 2017 - 1250 letture

In questo articolo si parla di augusto serrani, spettacoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aND0





logoEV