Serra de' Conti: i parrocchiani salutano don Emanuele Lauretani

28/09/2017 - Il 23 settembre scorso la nostra comunità di Serra de’ Conti ha salutato il parroco uscente don Emanuele Lauretani.

Alle ore 19,00 si è celebrata la Messa di congedo (prefestiva) nella chiesa parrocchiale di S. Maria de Abbatissis, cui è seguito un momento di fraternità con la cena insieme, applicando uno degli insegnamenti che don Emanuele ci lascia: creare relazioni sociali attraverso la convivialità e la condivisione; infatti il primo piatto è stato offerto dalla parrocchia mentre per il secondo ciascuno dei commensali ha portato qualcosa da dividere con gli altri. In effetti, anche se (quasi) cinque anni sembrano pochi per realizzare un percorso pastorale fruttifero, di semi don Emanuele ne ha gettati parecchi, come ad esempio il coinvolgimento nella catechesi delle famiglie, scelta dettata dalla mancanza di catechisti certo, ma che ha visto la possibilità di far sorgere diverse équipes di genitori che, giovani e meno, già partecipi della vita parrocchiale o alla prima esperienza, hanno accompagnato i propri figli nel loro percorso di fede, diventando punti di riferimento e testimoni del Vangelo nella vita quotidiana.

Ha puntato su giovani e giovanissimi per riprendere il percorso di ACR, dando loro fiducia anche nell’organizzazione delle attività ludico-formative dell’oratorio (feste, carnevale, sistemazione dei locali, ecc.) culminata questa estate nel dar vita per la prima volta al GREST. Ha designato una giovane coppia di sposi alla preparazione del sacramento del Battesimo, scelta accolta con grande entusiasmo dalle famiglie che ne fanno richiesta, le quali ritrovano in loro elementi che li accomunano come, ad esempio, il vivere le stesse problematiche familiari. Organizzare un seminario di Vita Nuova che ha dato origine ad un gruppo di Rinnovamento nello Spirito e dedicare una giornata festiva al confronto ed alla condivisione tra tutti i movimenti e le associazioni presenti in parrocchia; vedere la Confraternita del Santissimo Sacramento crescere con nuovi giovani adepti; radunare piccoli gruppetti di animatori della liturgia in un coro parrocchiale; realizzare una Via Crucis dove ogni stazione viene affidata nella preparazione e rappresentazione a diversi gruppi appartenenti a più parrocchie sono soltanto alcune delle attività che vengono in mente.

Da ultimo ha organizzato il giubileo per il 650mo della morte del nostro Patrono, il Beato Gherardo, ottenendo di lucrare l’indulgenza plenaria. Sappiamo che don Emanuele non ama autocelebrarsi ma desideriamo ringraziarlo di cuore per tutto quanto ha saputo donarci. Siamo consci di essere in debito verso nostro Signore, perché ogni pastore che ha guidato la nostra comunità ha saputo, in modi diversi secondo i propri talenti, stimolarla, farle assaporare la bellezza e la gioia del vivere cristianamente, in condivisione e comunione con i fratelli. Ci sentiamo più ricchi per tutto ciò che abbiamo ricevuto in questi anni, e ricolmi di benedizioni, perché il nuovo pastore che arriverà porterà con sé altri doni spirituali, quanti il Signore Gesù vorrà donarci. A don Emanuele auguriamo di mantenere sempre una Fede salda ed una spiritualità sociale che gli permetta di far entrare Gesù in tutti i cuori, evangelizzando con gioia in fraternità.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-09-2017 alle 00:05 sul giornale del 29 settembre 2017 - 3368 letture

In questo articolo si parla di attualità, serra de' conti, consiglio pastorale parrocchiale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aNrI