Senigallia Bene Comune: "A Senigallia mancanza di trasparenza, chiesto un incontro con il Prefetto"

26/09/2017 - “A Senigallia c'è un problema di trasparenza nella gestione comunale - afferma Giorgio Sartini, consigliere comunale di Senigallia Bene Comune - dopo 2 anni e 4 mesi sono preoccupato della situazione, sia per il Comune che per gli enti sovraordinati."

"Proprio per questo ho deciso di rivolgermi al Prefetto - ha aggiunto Sartini - ma dopo dodici comunicazioni, e due solleciti, inviate alla Prefettura di Ancona ad oggi non è arrivata nessuna risposta. Così ho chiesto un incontro. Diverse le anomalie sottoposte all'attenzione del Prefetto a partire del 2016, quando sono state comunicate al Prefetto le problematiche sul sottopasso Perilli, dove al termine del marciapiede sono presenti le strisce pedonali che portando in direzione delle fiume, finiscono sulla pista ciclabile stessa; segnalate anche le problematiche legate alle vasche di espansione e della darsena. È proprio la darsena sarebbe stata oggetto di un abuso edilizio nel 2008, quando con i lavori è stata chiusa l'apertura tra il fiume Misa e il porto, in ultimo la questione delle recenti vicende giudiziarie.

"Al Porto ad esempio c'è stata una modifica al progetto iniziale – fa notare Sartini - che non è stata riportata nel Prg, e l'abuso edilizio  è stato segnalato al Prefetto, ma senza risposta. Delucidazioni in merito alla vicenda delle 18 segnalazioni dell'indagine del Mef non hanno parimenti avuto riscontri, neanche dopo i solleciti.

“Vorrei segnalare anche la mancanza di chiarezza della questione della chiusura di Ponte 2 Giugno - ha aggiunto il consigliere di Senigallia Bene Comune  - che è stato chiuso al traffico veicolare e né è stata limitata la circolazione pedonale: nel 2014 in seguito alle indagini risultava che il ponte Garibaldi fosse più compromesso e invece ad essere chiuso, con un transennamento ridicolo è stato l'altro. Non è vero come dicono dall'amministrazione che le prove di carico che chiediamo da tempo distruggerebbero il ponte. Ci sono prove di carico che hanno lo scopo di verificare la portata ed è quello che chiediamo, un collaudo, proprio come è stato fatto recentemente nel ponte sulla diga di Castreccioni a Cingoli.

Polemiche anche per la mancata attuazione della carta dei servizi come richiesto anche dall'associazione dei consumatori Acumarchee. "Il tema è stato posto all'ordine del giorno dal Consigliere di Senigallia Bene Comune per il consiglio comunale di mercoledì - ha affermato Sartini - in merito viene richiesto di sanzionare il dott. Stefano Morganti, responsabile di Trasparenza e dell'Anticorruzione, per non aver dato disposizioni per l'istruzione della carta di servizi e non aver  vigilato sanzionando i dirigenti inadempienti. Allo stesso tempo si richiede di non disporre erogazioni ai dirigenti comunali per il raggiungimento degli obiettivi previsti da piani di performance per l'ultimo anno perché non compatibili con il non adempimento di compiti obbligatori per legge ma soprattutto di recuperare le somme corrisposte a partire dal 1995 ai dirigenti comunali (anno di entrata in vigore dell’obbligo di dotarsi per le amministrazioni pubbliche della carta di servizi) che non hanno redatto la carta per i servizi comunali a loro diretti."

In pdf le segnalazioni al prefetto e l'ordine del giorno sull'attuazione della carta dei servizi

 



...

Comunicazioni al Prefetto...

...

Ordine del Giorno - Senigallia...





Questo è un articolo pubblicato il 26-09-2017 alle 14:42 sul giornale del 27 settembre 2017 - 1382 letture

In questo articolo si parla di vivere senigallia, politica, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aNnd





logoEV