Non si ferma all'alt: folle inseguimento da Cesanella a Cesano, denunciato un mondolfese

Carabinieri 22/09/2017 - Non si è fermato al posto di blocco dei carabinieri e ha dato vita ad un folle inseguimento finito con la sua "cattura".

Le sirene a spiegate dei militari dell'Arma hanno risuonato per tutta la zona della città e molti i cittadini che hanno sentito quanto stava accadendo per le vie del quartiere. Il tutto è cominciato intorno alle 23 di giovedì quando una Toyota non si è fermata all'alt di un posto di blocco dei Carabinieri lungo strada della Bruciata. a Cesano.

Subito i militari si sono messi all'inseguimento dell'auto che nel frattempo sfrecciava a tutta velocità fino ad arrivare al quartiere del Vivere Verde. Contemporaneamente un'altra gazzella è arrivata da dare mano forte ai colleghi provenienti da Cesano. Dal Vivere Verde il fuggitivo è riuscito ad imboccare la statale in direzione nord. I militari lo hanno sempre marcato stretto fino a Marotta quando la Toyota ha svoltato per Mondolfo e dove è stata bloccata. Alla guida dell'auto c'era un 31enne di Mondolfo che ha giustificato la sua fuga a causa della patente scaduta. L'uomo è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale con la decurtazione di 11 punti dalla patente.





Questo è un articolo pubblicato il 22-09-2017 alle 21:58 sul giornale del 23 settembre 2017 - 6056 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli, carabinieri, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aNh6