Comitato difesa dell'ospedale di Senigallia: raccolta firme sabato in piazza Roma

comitato cittadino per la difesa ospedale di Senigallia 22/09/2017 - Il Comitato continua la petizione a difesa dell'ospedale di Senigallia con un banchetto di raccolta firme in piazza Roma sabato 23 settembre.

La raccolta firme, già corposa, proseguirà anche dopo l’incontro di ieri sera al Circolo G. Di Vittorio dove ci siamo incontrati con un gruppo di cittadini per informarli sui tagli che sono stati effettuati e che si stanno effettuando, vedi la determina 361 di Giugno 2017 con la quale è stata tolta la Cardiologia-Utic al nostro Ospedale. Sono stati informati sulla reale situazione del personale sanitario tecnico e amministrativo, insufficiente alle esigenze, e della, secondo noi, MANCANZA di un PROGETTO REGIONALE SANITARI, nella migliore delle ipotesi conosciuto da pochi ma certamente sconosciuto a noi cittadini.

Nello specifico sono stati portati a conoscenza della situazione del Servizio di Laboratorio Analisi che lo vede impoverito sia di personale, da 12 Biologi presenti a 5, che di attrezzature, vetuste in quanto in funzione da ben 18 anni, quando si sa che una attrezzatura di Laboratorio analisi chimiche e microbiologiche è obsoleta dopo solo 5 anni e dovrebbe essere sostituita. La professionalità e l’esperienza degli addetti fa si però che queste attrezzature possono ancora lavorare in modo adeguato e di questo va dato merito. Si è parlato anche della sua nuova organizzazione del Laboratorio che ha ridotto la prenotazione degli esami da 110, più le urgenze e i prelievi delle categorie protette, a 60 con il conseguente prolungamento delle liste d’attesa e con i cittadini che si vedono costretti per celerità a rivolgersi altrove o ai laboratori privati per l’esecuzione dei prelievi ematici. Si è affrontato poi il tema della Radiologia che vede, e non più tardi di ieri appariva sui giornali, la Tac che funziona a sprazzi, anche questa andrebbe sostituita con una di nuova generazione a 64 strati, e con i pazienti che vengono dirottati a Jesi per l’esecuzione dell’esame.

La Mammografia che è dotata di un apparecchio sofisticato e all’avanguardia che però non è attivo per la mancanza di un software indispensabile per la raccolta e la conservazione dei dati digitali nonostante ne sia stato più volte sollecitato l’acquisto. La Risonanza poi ha una storia a se. Arrivata nuova nel Novembre 2014, da quasi 3 anni e quindi con due anni ancora di vita prima di diventare obsoleta, non ha ancora sostituito quella vecchia causa le difficoltà di adeguamento ai locali che sono gli stessi della macchina precedente. I lavori da effettuare e da sempre promessi, l’ultima diceva che sarebbero iniziati ad Agosto, ancora devono incominciare e non è dato di sapere quando inizieranno. Anche altri macchinari obsoleti, come i telecomandati, andrebbero sostituiti ma anche qui la buona volontà e la professionalità degli addetti fa si che possano lavorare al meglio. Quindi in mancanza di un progetto regionale, almeno secondo noi, e di una delocalizzazione del personale tecnico e amministrativo intermedio tra il nostro Ospedale e il Direttore Asur, perché tutti i dirigenti sono stati dirottati a Jesi e Fabriano, non si sa in base a quale criterio, ecco che Senigallia è sempre penalizzata nelle scelte di personale, di macchinari e di Unità Operative.

La nostra preoccupazione è che all’Ospedale di Senigallia succeda quello capitato a gli ospedali di Ostra, Corinaldo, Ostra Vetere e Arcevia che negli anni ’90 furono chiusi attuando la politica del carciofo, una foglia alla volta pur dicendo di non fare tagli. In questo modo l’Ospedale di Senigallia passerà da Ospedale di 1° Livello a Ospedale di base, dove quando il cittadino si presenterà per un caso complesso sarà accolto ma dirottato presso un ospedale specializzato ovvero a Jesi o Fabriano. Noi per non fare quella fine ci attiviamo e chiamiamo a raccolta tutti i cittadini: SABATO 23 SETTEMBRE – PIAZZA ROMA - FIRMA LA PETIZIONE A DIFESA DEI TAGLI ALL’OSPEDALE DI SENIGALLIA LA SANITA’ E’ DI TUTTI - #FACCIAMOCISENTIRE





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-09-2017 alle 11:38 sul giornale del 23 settembre 2017 - 474 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, ospedale, senigallia, Comitato Cittadino per la difesa Ospedale Senigallia e piace a Daniele_Sole

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aNgE





logoEV