Vasche di espansione: il Comune metta in mora Regione e Provincia per i ritardi

21/09/2017 - Già ad aprile avevamo presentato un ordine del giorno con un invito-diffida a Provincia e Regione a riprendere in mano la gara di appalto per la realizzazione delle vasche di espansione (insabbiata da circa due anni). In Consiglio si era deciso di rinviare il documento in seconda commissione per condividerlo con gli altri consiglieri.

A sei mesi di distanza la commissione non è mai stata convocata dal presidente nonostante sia emerso con chiarezza, da parte degli inquirenti che si occupano degli eventi alluvionali del 2014, che vi è stato nel corso degli anni un autentico "boicottaggio" proprio in relazione alla realizzazione di tale fondamentale opera idraulica. Non è più tempo di attese.

Abbiamo deciso di riproporre l'ordine del giorno con le dovute integrazioni perché il Comune di Senigallia ha il dovere morale e giuridico di mettere in mora gli enti sovraordinati che stanno dando una pessima prova di sé. Invitiamo anche i consiglieri provinciali e regionali più sensibili a raccogliere, nelle rispettive sedi, la nostra battaglia affinché finisca l'incredibile boicottaggio di un'opera che contribuirebbe a mitigare il pesante rischio idrogeologico.

In pdf l'ordine del giorno presentato dai consiglieri comunali Roberto Paradisi e Luigi Rebecchini dell'Unione Civica e Alan Canestrari di Forza Italia.



...

...





Questo è un articolo pubblicato il 21-09-2017 alle 17:17 sul giornale del 22 settembre 2017 - 1574 letture

In questo articolo si parla di forza italia, politica, Unione Civica, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aNfz