Pesaro: droga nascosta nei fondi di caffè, arrestata una barista e il suo complice

Droga 19/09/2017 - La Squadra Volante della Questura di Pesaro ha arrestato in flagranza di reato due persone per detenzione a fini di spaccio di droga. Lei 20 anni pesarese commessa di un bar lungo la Statale Adriatica, (situato nella palazzina che fa angolo con via Del Carso), lui è un albanese di 23 anni senza più il permesso di soggiorno.

L’arresto è avvenuto all’una di notte di domenica poco dopo la telefonata di una signora alla questura nella quale ha segnalato l’attività di spaccio ed ha descritto le persone sospette. Subito intervenuti i poliziotti che entrando nel locale hanno visto l’albanese consegnare alla ragazza qualcosa che la stessa ha nascosto nel cestino tra i fondi di caffè, gesto disperato dei due sorpresi dalle forze dell’ordine. Dopo la perquisizione sono stati trovati tre pezzi di cocaina per un totale di oltre 10 grammi, 20 dosi confezionate in cellophane. L’albanese addosso aveva anche un bilancino di precisione mentre il resto della droga era depositato nel magazzino del locale.

Sono quindi seguite le perquisizioni domiciliari dalle quali sono emersi altri quantitativi di droga e persino dell’oppio. Entrambi i coinvolti hanno chiesto il patteggiamento. Per lui pena di 1 anno, 1 mese e 10 giorni di reclusione e 1.200 euro di multa, lei di 1 anno e 2 mesi di reclusione e 1.400 euro di multa. La pena sospesa e i due sono tornati liberi.

Le indagini continueranno per scoprire dove l’albanese si rifornisse di sostanza stupefacente. Da segnalare che la ragazza era già tenuta sotto osservazione dalle forze dell’ordine in quanto vista spesso presso il parco delle Rimembranze, nei pressi della stazione, in compagnia di altre persone sospette e dove in diversi casi ci sono stati sequestri di droga.

I titolari del bar risultano invece estranei alla vicenda.







Questo è un articolo pubblicato il 19-09-2017 alle 12:02 sul giornale del 20 settembre 2017 - 1024 letture

In questo articolo si parla di cronaca, droga, bar, pesaro, vivere pesaro, articolo, luca senesi





logoEV