SBC: "Ma chi gestisce veramente la piscina delle saline?"

piscina delle saline 16/09/2017 - Da venerdì 1 settembre ha riaperto la piscina delle Saline. Contrariamente a quanto anticipato più volte dal sindaco, circa la volontà di indire la gara per avere un gestore dal 01/08/2017, il Comune ha deciso di gestire direttamente l'impianto sportivo che, fino al 31 luglio 2017, è stato dato in concessione alla UISP in maniera illegittima.

Dal Comune fanno sapere che sarà una gestione breve. Siamo già usciti sulla stampa per informare sui disservizi relativi alla chiusura della piscina durante la pausa pranzo, oggi invece portiamo a conoscenza dei cittadini la situazione a dir poco sbalorditiva venutasi a creare per l'impianto della piscina Saline. A dicembre 2016, il Consigliere Sartini aveva chiesto l'indizione di una gara d'appalto per la gestione della piscina Saline la cui convenzione di gestione Uisp scadeva il 31/07/17. Nel frattempo la Uisp presentava per ben tre volte una proposta di progetto di finanza, sonoramente bocciata da una società di consulenza esterna al Comune.

Con l'acqua alla gola, dopo aver buttato al vento sette mesi, più che sufficienti per fare le cose fatte bene, la giunta ha deciso a fine giugno di approntare una gestione diretta da parte del Comune. Le società natatorie, come prassi, nel mese di luglio 2017 hanno presentato le loro richieste per gli spazi acqua ma ... sorpresa! Il Comune ha comunicato, dato il tempo limitato della propria gestione diretta, che tutto verrà lasciato invariato: gli spazi acqua adottati dal Comune sono gli stessi decisi dalla Uisp. Risultato: le società che legittimamente avevano chiesto spazi acqua se li vedono negare a favore della Uisp, come sempre ...

Ma la cosa più incredibile è che il singolo cittadino che vorrà nuotare non potrà avere accesso diretto all'impianto, ma dovrà entrare con una delle società che gestisce l'ora che a lui interessa; questo sulla base di quanto riferitoci dal Comune. La piscina è sì o no pubblica? SI! Tutto ciò si poteva evitare? Si poteva e si doveva evitare. Una cosa è certa fin d'ora: la Uisp continuerà ad avere i suoi bei guadagni e il Comune, quindi tutti noi, rimetterà altri soldi.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-09-2017 alle 16:39 sul giornale del 18 settembre 2017 - 1947 letture

In questo articolo si parla di politica, senigallia, Senigallia Bene Comune

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aM6A





logoEV