Al via un nuovo anno scolastico: sui banchi in 4.267. Salvo il tempo pieno alla Rodari e Sant'Angelo

11/09/2017 - Venerdì 15 settembre la campanella suonerà per ben 4.267 alunni senigalliesi delle scuole materne ed elementari. Il nuovo anno scolastico comincia all'insegna della stabilità e della continuità.

La popolazione scolastica complessiva subisce una leggera flessione con 35 iscritti in meno rispetto allo scorso anno scolastico. La diminuzione di iscritti si riscontra nel segmento della scuola dell’infanzia (- 33 scuola infanzia statale e -5 scuola infanzia paritaria) e in quello della scuola primaria (- 21). Incremento invece per la scuola secondaria di 1° grado, la cui popolazione è in crescita (+24): un dato dovuto essenzialmente all’aumento degli iscritti alla scuola Mercantini, dove si è formata una ulteriore sezione. La presenza di alunni stranieri nelle scuole registra una leggera flessione rispetto allo scorso anno, confermando però il calo manifestatosi a partire dall’anno scolstaico 2014-2015. Attualmente gli alunni stranieri, equamente distribuiti nei vari istituti, rappresentano l’8,57% della popolazione scolastica.

La diminuzione di iscritti non comporterà riduzione nel numero complessivo delle sezioni attivate nella scuola dell’infanzia, l’infanzia statale acquista una nuova sezione antimeridiana mentre la paritaria ne perde una. Anche nella scuola primaria, nonostante il calo di iscritti, il numero complessivo di classi resta immutato. L’aumento delle iscrizioni alla scuola secondaria di 1° grado comporta invece un aumento del numero complessivo di classi attivate (+3). L'organizzazione degli istituti si articola con: il tempo pieno mantenuto in tutti i quattro istituti comprensivi; il tempo prolungato, sostituito dal tempo pieno formalmente riconosciuto, rimane solamente nel plesso di Sant’Angelo per sostenere le iscrizioni (In questi casi il sostegno del Comune si concretizza nell’erogazione del servizio di refezione scolastica, non dovuto perché non ci sono classi a tempo pieno); il plesso di Scapezzano si caratterizza per essere sede esclusivamente dell’offerta formativa specializzata del metodo Montessori. Come confermato dalla dirigente del comprensivo “Marchetti” Patrizia D’Ambrosio, le due classi a tempo pieno alla Rodari sono confermate e allo stesso tempo anche la classe a tempo pieno di Sant'Angelo è mantenuta.

“Un anno scolastico che parte a pieno regime nella massima tranquillità e serenità e, cosa ancora più importante, con servizi di eccellenza riguardo a refezione, trasporto pubblico e strutture all’altezza delle esigenze didattiche – ha affermato il sindaco Mangialardi Un risultato raggiunto grazie alla proficua collaborazione che Amministrazione e istituzioni scolastiche. Siamo contenti che i dirigenti abbiano valutato positivamente anche le risorse messe a disposizione per gli arredi scolastici. Ci sono ovviamente temi aperti a cui non ci sottrarremo. Uno di questi è quello riguardante le vaccinazioni, che gestiremo al meglio ottemperando ciò che prevede la legislazione nazionale, senza deroghe o moratorie. Oggi quello della scuola è più che mai un ruolo fondamentale nella formazione dei futuri cittadini. Un ruolo fondamentale, ma anche particolarmente difficile e complesso. L’augurio che mi sento di rivolgere ai dirigenti e agli insegnanti è quello di saper trovare la forza della mediazione nella fermezza delle idee, tenendo sempre al centro il ruolo educativo”.

“L’avvio del nuovo anno scolastico – ha aggiunto l’assessore alla Pubblica istruzione Simonetta Bucari – è un momento significativo per tutta al comunità. La collaborazione tra le diverse agenzie educative è fondamentale per lavorare bene e fare della scuola il luogo del sapere, dell’apprendimento delle competenze e del rispetto delle regole. Oltre all’efficienza dei servizi, va sottolineato come l’aumento complessivo delle classi a fronte di una diminuzione del numero totale di alunni iscritti abbia prodotto un più equilibrato popolamento delle nuove classi rispetto agli anni precedenti. Il sostanziale equilibrio nella distribuzione della popolazione scolastica nei vari plessi e dell’organizzazione scolastica cittadina evita dunque situazioni critiche legate al sovraffollamento delle classi”.

Gli edifici scolastici sono stati oggetto di manutenzione come la Puccini e la palestra della scuola Marchetti mentre è in corso la ritinteggiatura della scuola Pascoli. Sono stati inoltre stanziati 28 mila euro dal comune per il rinnovo dell'arredo scolastico che verranno equamente divisi fra i vari istituti. Confermati anche l'attuale organizzazione della refezione scolastica con menù diversificati vegani, vegetariani e sanitari, i testi scolastici gratuiti, il sostegno all'integrazione e alla disabilità e 18 mila euro da destinare al Poft per progetti di lettura, teatro, educazione ambientale.

"Salutiamo con soddisfazione il clima di grande collaborazione che c'è tra l'Amministrazione Comunale e l'ente scolastico che consente di costruire insieme un progetto condiviso per il nuovo anno scolastico. Quello che ci apprestiamo ad iniziare -ha detto la dirigente Fulvia Principi, a nome di tutte le colleghe- è un anno scolatisco molto impegnativo. I docenti stanno lavorando anche per l'aggiornamento rispetto ad alcuni nuovi decreti recentemente usciti".

"Nonostante la scarsità di risorse teniamo duro -afferma don Gesuldo Purziani, direttore della paritaria San Vincenzo- abbiamo anche quest'anno 4 sezioni per un totale di circa 120 famiglie che si rivolgono a noi".
 







Questo è un articolo pubblicato il 11-09-2017 alle 16:45 sul giornale del 12 settembre 2017 - 2894 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aMTW