Controlli alla stazione e ai giardini Morandi: multati due parcheggiatori e denunciato un senegalese

08/09/2017 - Proseguono, anche a seguito dell'inchiesta pubblicata da Vivere Senigallia, i controlli da parte delle forze dell'ordine, contro il fenomeno dei cosiddetti parcheggiatori abusivi.

I controlli da parte degli uomin del commissariato di Senigallia, guidati dal vice questore aggiunto Agostino Licari, sono proseguiti anche nei giorni scorsi nelle zone della città maggiormente frequentate da extracomunitari. In questo contesto, dopo una serie di accertamenti eseguiti nella mattinata di giovedì, personale del Commissariato, insieme a poliziotti della Questura di Ancona, sono entrati in azione nell’area dei giardini Morandi e all'ex IAT.

Qui, come già verificatosi nelle scorse settimane, sono stati notati in particolare due giovani che, all’arrivo delle auto si prodigavano per far parcheggiare avvicinandosi poi ai conducenti che talvolta lasciavano del denaro. Accertato che l'attività proseguiva per un certo periodo, i poliziotti si sono avvicinati ai due giovani che, alla vista, hanno tentato una breve fuga prontamento interrotta. I due, provenienti dal centro Africa, di circa 25 anni, sono risultati in possesso del permesso di soggiorno. Ai due giovani gli agenti hanno comunque elevato la multa prevista dal codice della strada relativa allo svolgimento dell’attività di parcheggiatore abusivo per la quale, oltre alla sanzione pecuniaria di circa 800 euro ciascuno, è previsto il sequestro del denaro provento dell’illecita attività che, nella circostanza, era pari a qualche decina di euro.

Durante gli accertamenti effettuati dagli agenti uno dei due giovani ha dato in escandescenza, ostacolando l’attività degli agenti e gridando frasi offensive. Per questo l'extracomunitario è stato anche denunciato per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. Sempre nel corso dei controlli nell’area retrostante la stazione ferroviaria, in direzione del lungomare, gli agenti hanno notato un giovane extracomunitario che teneva in mano un borsone di notevoli dimensioni. Gli agenti hanno così deciso di controllare l’uomo e verificare il contenuto del borsone.

L'uomo, N.O. di 47 anni, era un senegalese e all’interno del borsone sono state trovate numerose paia di scarpe riportante noti marchi di moda. Condotto negli uffici del Commissariato, gli agenti hanno verificavano che l'uomo era regolare sul territorio italiano ma le scarpe, circa 30 paia, erano contraffatte. Il senegalese è stato denunciato per il possesso della merce contraffatta che è stata sottoposta a sequestro.





Questo è un articolo pubblicato il 08-09-2017 alle 15:48 sul giornale del 09 settembre 2017 - 2106 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aMPH