A Federico Mondelci tra i 10 marchigiani dell’Anno

05/09/2017 - Giovedì sera (7 settembre) all’Hotel Excelsior La Fonte di Portonovo si accenderanno i riflettori sulla 28esima edizione del “Premio Marchigiani dell’Anno e Internazionale Portonovo 2017”.

A Federico Mondelci, marchigiano, nativo di Ostra Vetere e residente in Senigallia, docente al Conservatorio Rossini di Pesaro, direttore artistico dell’Ente Concerti di Pesaro, concertista internazionale (tra i prossimi impegni internazionali le sue apparizioni come direttore e solista al Teatro dell’Opera del Cairo e alla Filarmonica di San Pietroburgo) verrà assegnato il premio “Marchigiano dell’Anno” per la musica unito al Premio “Beniamino Gigli” Questo importante riconoscimento è nato nel 1990 e nel corso degli anni ha premiato 224 personaggi che si sono particolarmente distinti nei settori artistico, politico, diplomatico, imprenditoriale, giornalistico, culturale, sportivo volontaristico e solidaristico. Personaggi che hanno fatto il successo della nostra regione. Ad esempio, a ricevere il premio nella prima edizione l’attrice Valeria Moricone, nella terza Carlo Bo e poi Arnaldo Forlani, Vittorio Sgarbi, Roberto Mancini, Diego Della Valle ecc… Il premio di Marchigiano dell’Anno si aggiunge ad altri prestigiosi riconoscimenti ricevuti da Mondelci nel corso della sua carriera, tra i quali il “Rossini D’Oro” nel 2009.

Biografia sintetica:
FEDERICO MONDELCI  
Federico Mondelci è da oltre trent’anni uno dei più apprezzati interpreti della scena internazionale. I suoi studi comprendono il Conservatorio di Pesaro dove consegue il diploma “cum laude” nel 1979 sotto la guida del M° Romano Mauriello e il Conservatorio Superiore di Bordeaux dove ha conseguito il diploma con “Medaglia D’Oro” all’unanimità sotto la guida del M° Jean-Marie Londeix. Si è esibito come solista con oltre 50 orchestre, tra cui l’Orchestra del Teatro Alla Scala, la New Zealand Symphony Orchestra, la BBC Philharmonic, l’Orchestra da Camera di Mosca, l’Orchestra Sinfonica di Bangkok e la Filarmonica di San Pietroburgo, dove ritornerà, nella prestigiosa stagione diretta da Yuri Temirkanov, nel marzo 2018. Il suo repertorio non comprende solo le pagine ‘storiche’ ma è particolarmente orientato verso la musica contemporanea e Federico Mondelci affianca il suo nome accanto ai nomi dei grandi autori del Novecento (quali Nono, Berio, Nyman, Kancheli, Glass, Donatoni, Sciarrino, Scelsi, Gentilucci, Graham Fitkin, Nicola Piovani e altri compositori della nuova generazione); eseguendone le composizioni spesso a lui espressamente dedicate, produzioni di straordinario successo che lo conclamano come raffinato solista di raro e straordinario talento. Federico Mondelci è nato a Ostra Vetere e risiede in Senigallia. Insegna al Conservatorio G.Rossini di Pesaro ed è direttore artistico dell’Ente Concerti di Pesaro.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-09-2017 alle 18:21 sul giornale del 06 settembre 2017 - 1686 letture

In questo articolo si parla di cultura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aMJo





logoEV