Ricoverata in ospedale in coma, muore dopo due giorni: giallo sul decesso di una 30enne

ospedale di Senigallia 27/08/2017 - Era arrivata giovedì scorso all'ospedale di Senigallia già in coma ed è morta dopo due giorni. Un decesso avvolto nel mistero che solo l'autopsia potrà svelare quello di una trentenne toscana assidua frequentatrice della spiaggia di velluto.

La ragazza, Micaela Paglialunga, si trovava da sola a Senigallia dove comunque aveva molti amici. La 30enne infatti era originaria di Sansepolcro, in Toscana, ma poi si era trasferita con il padre a Città di Castello, in Umbria ed attualmente viveva a Viterbo, nel Lazio. Il padre è stato contattato dalla Polizia e si è precipitato in città.

Le cause del decesso sono al momento avvolte nel mistero. La ragazza è arrivata già in coma in ospedale. L'autopsia dovrebbe chiarire la causa del decesso che per i medici, non è escluso possano essere ricondubili all'assunzione di qualche sostanza.





Questo è un articolo pubblicato il 27-08-2017 alle 11:12 sul giornale del 28 agosto 2017 - 8179 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aMs2





logoEV