Calcio a 5: presentata la nuova stagione del Corinaldo

26/08/2017 - Nella splendida cornice di Palazzo Cesarini Duranti di Corinaldo, è partita ufficialmente la stagione dell’ASD Calcio a 5 Corinaldo.

A fare gli onori di casa, alla presenza della prima squadra, dell’Under 19 e degli sponsor tra cui la BCC Corinaldo nella persona del direttore generale Mauro Tarsi, il presidente Luca Bucci: “Dopo quindici anni mi sento in famiglia, con gli stessi valori di quando abbiamo iniziato (la società nasce nel 1998 come US Acli Corinaldo, per poi diventare l’attuale nel 2002, ndr). Il nostro compito è sempre stato ed è quello di valorizzare i nostri giovani, svolgere un ruolo sociale. Per questo ringrazio tutti coloro che lavorano dietro le quinte, il vero motore di questa società e l’Amministrazione comunale per la sinergia e la collaborazione”.

Uno sguardo alla serie B nazionale al via il 7 ottobre: “Quella di quest’anno sarà la terza stagione ed è stato un crescendo. Se guardiamo ciò che è stato fatto la scorsa annata, se guardiamo l’ultima giornata a Borgo San Lorenzo (FI) dove ci giocavamo la permanenza nella serie, posso solo dire di continuare così. Aver visto i nostri ragazzi lottare con onore, con orgoglio e impegno, averli visti dare l’anima, insieme a tutti i nostri tifosi sugli spalti, è come se avessimo vinto un campionato”. Mister Davide Gurini: “Siamo consapevoli che sarà un campionato difficile, ma lo affronteremo con la massima umiltà e consapevolezza dei nostri mezzi. Sono totalmente convinto che il gruppo possa solo che migliorare”.

La parola è poi passata al responsabile tecnico del settore giovanile nonché allenatore dell’Under 19 Massimo Tinti: “Il Corinaldo ha pensato nel tempo di creare una filosofia non solo di gioco, ma di complicità interpersonale. Abbiamo voluto fortemente un settore giovanile perché battezza i giovani al nostro modo di pensare e agire. Cerchiamo di essere ambiziosi laddove l’ambizione è virtù. Quest’anno faremo tutte le categorie, sappiamo quanto sia difficile e dispendioso di energie, non tutti ci riescono, per questo la nostra felicità è incontenibile”. Prima di concludere un pensiero a Davide Fabri, giocatore della prima squadra scomparso il 9 settembre scorso, il quale verrà ricordato nella scuola di calcio a 5 con l’inserimento unico e solo, su tutte le t-shirt d’allenamento, all’altezza del cuore, del logo societario arricchito dal numero 7, il suo numero da giocatore “il suo sorriso, la sua voglia di giocare e condividere, il suo impegno e la sua tenacia, la sua voglia di crescere insieme agli altri sono obiettivi che i bambini dovrebbero cercare di raggiungere e noi vogliamo aiutarli a farlo con l’immagine di Crodo, così lo chiamavamo tutti, a guidarci”.

I saluti finali affidati al sindaco Matteo Principi: “La coesione e l’irradiamento di valori sono un grande anticorpo per affrontare la vita di tutti i giorni e l’Amministrazione ha il dovere di sostenere realtà come queste” e all’assessore con delega alle politiche sportive Riccardo Silvi: “Giochiamo, vinciamo, ma con umiltà e responsabilità.”







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-08-2017 alle 17:17 sul giornale del 28 agosto 2017 - 951 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, corinaldo, calcio a 5

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aMsg