Ventimilarighesottoimari in Giallo, venerdì è il giorno di Gianrico Carofiglio

24/08/2017 - Domani, venerdì 25 agosto, la penultima giornata del Festival Ventimilarighesottoimari in Giallo porterà a Senigallia uno degli scrittori contemporanei più amati e apprezzati sia dal pubblico che dalla critica: Gianrico Carofiglio. Alle ore 21,30, alla Rotonda a Mare, Carofiglio presenterà il suo ultimo libro “L’Estate Fredda”, presentato dal critico Valerio Calzolaio.

Il romanzo è ambientato a Bari, nel maggio del 1992, e vede protagonista il quarantunenne maresciallo Pietro Fenoglio. Grazie a un confidente si viene a sapere che è stato rapito, con richiesta di riscatto, il giovane figlio del capo del clan “Società Nostra”, Nicola Grimaldi, detto il Biondo, o anche Tre Cilindri (per un’insufficienza cardiaca), vicino ai cinquant’anni. Qualche giorno dopo, a seguito di una telefonata anonima, il cadavere del piccolo viene rinvenuto in fondo a un pozzo.

È questo il più autobiografico dei romanzi di Gianrico Carofiglio, preciso nelle ricostruzioni storiche e con spunti ripresi da varie vicende realmente accadute, soprattutto quando l’autore era sostituto procuratore a Foggia. Come sempre, però, anche la giornata di domani prevede due appuntamenti pomeridiani. Alle ore 18,30, all’Angolo Giallo allestito presso la libreria IoBook (via Cavour, 32), Giovanni Fasanella presenterà il libro “Tangentopoli nera”. Grazie alle carte dell’archivio privato di Mussolini e ad alcuni documenti britannici desecretati, Fasanella e Mario Josè Cereghino ricostruiscono la Tangentopoli nera, un intreccio perverso tra politica finanza e criminalità nell’Italia del ventennio. Mazzette degli industriali per la realizzazione di lavori pubblici, tangenti alle camicie nere da imprese petrolifere, una rete occulta di banchieri e criminali. Un malaffare diffuso che demolisce l’immagine di legalità costruita dalla macchina propagandistica del regime fascista. Fasanella sarà intervistato dal giornalista di Radio Rai Carlo Ciannetti. Alle ore 19,15, invece, nel cortile di Palazzetto Baviera si terrà l’iniziativa Sherlock Holmes annotato.

Nell’occasione sarà presentato, in esclusiva per il Festival, il primo volume del canone holmesiano annotato, edito dalla Fondazione Rosellini per la Letteratura Popolare. Dell’opera parlerà Andrew Daventry, che ne è stato il curatore scientifico. Il libro rappresenta un’autentica chicca per gli appassionati di Sherlock Holmes e un unicum nel panorama editoriale italiano. Solo i grandi editori finora hanno tradotto in italiano l’intero corpus holmesiano e nessuno ha mai provato a pubblicare un testo annotato. La Fondazione, invece, offre una traduzione nuova, integrale e moderna, arricchita da note, riferimenti e commenti.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-08-2017 alle 14:15 sul giornale del 25 agosto 2017 - 836 letture

In questo articolo si parla di cultura, comune di senigallia, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aMo7





logoEV