Mangialardi sulla sanità: "L'ospedale non si tocca. Tra sei mesi vedremo chi aveva ragione"

24/08/2017 - "L'ospedale di Senigallia è tutt'altro che in declino e alle raccolte di firme per non si sa che cosa noi preferiamo rispondere con i fatti".

La presentazione del corner informativo dell'Asur in corso II Giugno è stata l'occasione per il sindaco Maurizio Mangialardi di fare il punto sulla sanità e ribadire l'infondatezza dei timori sulla paventata chiusura dell'Utic di Cardiologia. "Io mi fido, perché la parola conta al di là degli atti revocati o no e l'impegno preso pubblicamente dal direttore generale dell'Asur Alessandro Marini è confermato -afferma Mangialardi- Dobbiamo lavorare insieme per un grande obiettivo. Il sistema sanitario regionale che ci piaccia o no è in trasformazione e noi dobbiamo intercettare al meglio i bisogni di salute dei nostri cittadini".

"Oggi dimostriamo cosa sappiamo fare grazie ai nostri operatori che ogni giorno lavorano per noi -aggiunge Mangialardi- Il centro dialisi, tanto per far un esempio, non solo fornisce grande servizio ma è un polo di propulsione economica e turistica perchè i diliazzati scelgono la nostra città per le vacanze. Sono anche in corso passaggi importanti, come la sostituzione del primario di medicina Samory che ringrazio per il lavoro svolto in tanti con umanità e professionalità. Va poi nominato il nuovo primario neurologia. Occorre un'ttenzione particolare e urgente alla carenza di personale. Di tutto resta il dibattito tra il reale e il percepito. Apriremo la risonanza magnetica e tra sei poi il punto lo faccio io perchè non dimentico le cose dette e quelle fatte".





Questo è un articolo pubblicato il 24-08-2017 alle 13:16 sul giornale del 25 agosto 2017 - 2625 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aMo1