Ischia: terremoto di 4.0, due morti e salvato un neonato

22/08/2017 - Un terremoto di magnitudo 4.0 ha colpito Ischia lunedì sera poco prima delle 21. Sono crollate alcune case a Casamicciola, travolgendo molte famiglie. Una donna è morta colpita dai calcinacci di una chiesa mentre un'altra è stata trovata senza vita sotto le macerie della sua casa. Oltre duemila gli sfollati.

Estratto vivo dai vigili del fuoco uno dei due bambini sotto le macerie: si tratta di Mattias, che sta bene. I vigili del fuoco stanno lavorando per salvare anche Ciro. Anche lui sta bene secondo le informazioni dei vigili del fuoco. Pasquale, un neonato di sette mesi, è stato estratto vivo dai detriti anche lui sta bene. Salvati anche uno dei due fratellini del bimbo, mentre si lavora ancora per tirare fuori l'altro.

Il loro rifugio è stato un letto ed è lì sotto che sono rimasti per molte ore sotto le macerie di una casa crollata a Casamicciola. «Stiamo in contatto con entrambi i ragazzi, sentiamo le loro voci e facciamo sentire le nostre per tranquillizzarli», aveva detto il portavoce dei vigili del fuoco, Luca Cari, facendo il punto sulle operazioni di soccorso a metà mattina. «È stata una notte bruttissima, non ho parole per raccontarla».

Il papà di Ciro e Mattias, i due bambini ancora sotto le macerie della loro abitazione a Casamicciola e di cui è in corso il salvataggio. «Io ero in cucina - racconta il padre - due bambini nella loro camera, mia moglie era in bagno ed è riuscita a salvarsi scappando dalla finestra.

È caduto tutto il primo piano dell'abitazione, e mi hanno tirato fuori i vigili del fuoco che sono stati bravissimi». Sul posto è arrivato anche il vescovo di Ischia.


da Nicolò Gioacchini
redazione@viveresenigallia.it




Questo è un articolo pubblicato il 22-08-2017 alle 11:25 sul giornale del 23 agosto 2017 - 583 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, nicolò gioacchini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aMlv