La piccola Greta saluta il dottor Simone: "Da grande spero di riuscire ad assomigliarti per far felice tanta gente"

11/08/2017 - Una bambina, Greta, ci ha inviato una lettera indirizzata al Dottor Paolo Simone, il medico pediatra tragicamente morto domenica in un incidente in parapendio, per salutarlo e ringraziarlo di quanto fatto per lei e la sua famiglia.

Ero felice perché la prossima settimana sarei venuta a trovarti per una visita di controllo, e ti avrei portato un bel regalo: un disegno fatto tutto da me. Invece c'è stato un 'cambio di programma' perché mamma e babbo mi hanno detto che la scorsa domenica sei partito per un lungo viaggio.

Ti avevo disegnato un coniglio pasquale. Sì, lo so che non è Pasqua, ma noi bambini disegniamo quello che ci viene in mente, senza starci a pensare più di tanto. E so anche che tu parli il nostro linguaggio, quindi credo che, senza tante domande, lo avresti sicuramente accettato con gioia, inondandomi di complimenti e poi lo avresti appeso alle pareti del tuo studio, ormai completamente tappezzato di disegni dei tuoi piccoli pazienti.

Poi con calma e mettendomi a mio agio, mi avresti visitato, facendomi ridere con parole e frasi buffe, perché ogni visita si trasformava in un gioco.

E dopo aver tranquillizzato pazientemente babbo e mamma con le loro mille domande, ci avresti accompagnato alla porta e salutati col sorriso sulle labbra. Chiusa la porta babbo avrebbe esclamato come sempre: "Che brava persona!".

I miei genitori ti ringraziano, oltre che per la tua professionalità con la quale ci hai seguito, anche e soprattutto per i tuoi modi gentili, e per il rispetto che avevi per ogni singola famiglia: qualità tutt'altro che comuni, segni distintivi di grande intelligenza.

Ora non fanno che ripetere una frase, una bella frase, ma che io ancora non riesco a comprendere del tutto: " E' proprio vero che quelli che hanno paura di morire vivono morendo, mentre chi non ha paura di morire, muore vivendo".

Caro Dottore, ci tengo a farti sapere che continuerai sempre e comunque ad essere una figura di riferimento importante; mi auguro un domani, da grande, di riuscire ad assomigliarti, almeno un pochino, così da poter vivere una vita piena ed avere l'opportunità di aiutare e far felice tanta gente.

Sono sicura che leggerai questa lettera...ovunque tu sia.

Grazie di tutto.
Ti voglio bene.

Greta





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-08-2017 alle 09:51 sul giornale del 12 agosto 2017 - 4827 letture

In questo articolo si parla di attualità, lettrice Vs

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aL8p