L'attesissimo Burlesque Show – Music and Dance apre il teatro La Fenice di Senigallia

03/08/2017 - Prendete un po’ di fascino, sensualità e femminilità anni Quaranta e Cinquanta, miscelate con corsetti, piume, rossetto e smalto rosso, lustrini quanto basta. Aggiungete un pizzico di carattere, di malizia e un po’ più di ironia, dosando sapientemente movenze e atteggiamenti, passi di danza, momenti di canto e musica.

Infine guarnite con luci e scene ispirate a un immaginario vintage, tra fetish, glamour e pin-up style, in versione contemporanea e con le tecnologie a disposizione oggi e… et voilà! Avrete la base per un moderno “Burlesque Show” come quello che venerdì 4 agosto andrà in scena al Teatro La Fenice di Senigallia (Marche – AN) grazie al “Summer Jamboree”, XVIII Festival di musica e cultura dell’America anni ’40 e ‘50.

Per dare corpo all’attesissimo “Burlesque Show – Music and Dance” che ogni anno richiama gli appassionati e i curiosi di questa arte derivata da spettacoli di parodia dell’epoca vittoriana e trasformatasi nel tempo, ci saranno ben due performer. Sono due fuoriclasse del burlesque internazionale, capaci di preparare e offrire al pubblico questa alchimia da moderno spettacolo di varietà: Mosh (USA) e Vicky Butterfly (UK).

Il sipario si alzerà sullo spettacolo poco prima dello scoccare della mezzanotte, alle 23.59. A completare l’evento ci sarà la coinvolgente musica live degli O sister! (ES) e special guest Jack Paps (ITA) con la sua fisarmonica. La serata sarà presentata da due professioniste competenti: Eve La Plume e Grace Hall, entrambe vanto del Burlesque italiano riconosciute in tutto il mondo per bellezza e ironia. Partner d’eccezione della serata è Macario Retro Drink. Dalle 23.30, il pubblico sarà accolto nel foyer del teatro dalla selezione di dj Swingy the Kid e a seguire dj Dynamaestro. I posti disponibili per questo “Burlesque Show” a teatro sono 700. I biglietti (16 eu) si possono acquistare all’InfoPoint di piazza Manni.

La biondissima Mosh, nata in Russia e trasferitasi poi dall’età di 3 anni negli Stati Uniti dove attualmente vive (a Los Angeles), è un personaggio di indiscusso carisma e arriva in Italia per la prima volta. La sua bellezza e il suo stile hanno conquistato diverse copertine patinate, video, stampe come “alternative model”, ovvero non allineata al cosiddetto mainstream di genere. Il suo debutto nel mondo performativo e live del Burlesque si deve accidentalmente all’invito di un fan che le propose di partecipare a un evento privato con una esibizione, aprendo la strada di una nuova carriera di successo.

Tra i più recenti eventi cui ha partecipato c’è il party per l’uscita del libro della Taschen della fotografa Ellen Von Unwerth. Per i suoi spettacoli live lavora on il top dei professionisti del settore. I costumi haute couture tempestati di gioielli che utilizza sono realizzati da maestri come Mister Pearl e Garo Sparo. Le opulente e spettacolari scenografie vengono realizzate spesso insieme allo studio della Warner Brothers e all’artista Hutton Wilkinson. Si è ispirata a icone come Jean Harlow, Betty Grable, Mae West e Marlene Dietrich, all’immaginario fetish e alle illustrazioni di John Willie.

Altrettanto originale e carismatica è la britannica Vicky Butterfly, a cui è affidato il secondo set di Burlesque della nottata. Elegante, maliziosa, ironica, aristocratica e esteticamente ricercatissima, Vicky Butterfly arriva dal Regno Unito ed è un’artista internazionale i cui spettacoli sono richiesti in molti contesti: da Bollywood al Ritz di Parigi, da Kensington Palace al Casino di Venezia. Spesso è incorniciata da magiche farfalle che volano dai suoi vestiti così come lei aleggia sul palco.

Tra i suoi modelli iconici ci sono Anita Berber, Loie Fuller, la Marchesa Luisa Casati, Maya Deren. Recupera lo spirito originario del Burlesque, miscelando Era Vittoriana, Vaudeville e la Golden Age del rock and roll. Per le sue performance si ispira a immaginari pre-Raffaelliti e del Surrealismo francese che le derivano dalla passione per la letteratura e la storia, così come soprattutto dal contesto in cui è cresciuta. Figlia di una showgirl irlandese e di un eccentrico aristocratico viennese, è cresciuta in ambienti bohemian che oggi si rintracciano nei suoi spettacoli, così come le sue competenze in design teatrale, balletto, opera, arti circensi. Miscela innovazione e spirito Vintage, immaginario retrò e futurista, macabro ed erotico, moderna tecnologia e estetica decadente.

La musica dal vivo di questa serata sarà affidata a una band molto coinvolgente, quella degli O Sister! (ES). Nascono nel 2008 a Siviglia come omaggio alla musica popolare nordamericana degli anni Trenta e in generale degli anni d'oro del Dixie e dello Swing ballabile, ma ancora di più come omaggio alle Boswell Sisters, pioniere di armonie vocali ancora oggi di riferimento. Hanno circa 200 concetti all’attivo e sono apprezzati per spontaneità e innovazione negli arrangiamenti e nelle armonizzazioni. Il sextet è composto dal trio vocale Paula Padilla (contralto), Helena Amado (soprano) e Marcos Padilla (tenore), dal chitarrista Matías Comino, dal contrabbasso di Camilo Bosso e la batteria di Pablo Cabra. Me è nato un suono vivace, jazzy e swing coinvolgente e ballabile.

L’ Infopoint del Summer Jamboree si trova in Piazza Manni e sarà aperto per tutta la durata del Festival, dal 26 Luglio al 6 Agosto dalle 10 alle 01.

Il Summer Jamboree è organizzato dalla società Summer Jamboree e sostenuto dal Comune di Senigallia con la collaborazione di Regione Marche e la partecipazione della Camera di Commercio di Ancona. Partner etico: Lega del Filo d’Oro. Info summerjamboree.com







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-08-2017 alle 12:15 sul giornale del 04 agosto 2017 - 720 letture

In questo articolo si parla di musica, summer jamboree, spettacoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aLRS