Eva Frapiccini vincitrice all'Italian Council

01/08/2017 - Di Eva Frapiccini, che insegna fotografia all'Accademia di Bologna, autrice di libri fotografici e di esperienze laboratoriali in vari centri europei di prestigio, è programmato al Musinf un incontro nell'ambito delle inziative estive di cultura fotografica.

"Si tratta di un incontro che assume un significato di grande attualità perchè proprio ora ho appreso dalla stampa nazionale" dice il fotoreporter Giorgio Pegoli" che la fotografa Eva Frapiccini è vincitrice dell'Italian Council . Essendo la Frapiccini vincitrice del Premio Senigallia - Io fotoreporter nel 2008, ci tengo a comunicare subito che sono ben lieto del successo di Eva Frapiccini per il valore della fotografa, ma anche perché gli esiti dell' Italian Council oggettivamente confermano la qualità delle segnalazioni e dell'albo d'oro del Premio Senigallia - Io Fotoreporter".

Al bando dell' Italian Council hanno partecipato, tra partner e proponenti dei progetti, numerose istituzioni internazionali, tra cui la Columbia University di New York, l’Ecole Supérieure d’Art et de Design di Grenoble, l’UCLA School of the Arts and Architecture di Los Angeles e il MAC Museum di Belfast, oltre a diversi Istituti Italiani di Cultura, come quelli di Berlino e Bruxelles.

Non può sfuggire la notizia che, tra l'altro, partner dell'Istituto italiano di Bruxelles è il Musinf di Senigallia. "Ad essere autoriduttivi" scherza il prof. Bugatti, che dirige il museo senigalliese, “si può almeno dire che come Museo di Senigallia portiamo fortuna". Quello di cui la Frapiccini è risultata vincitrice è la prima edizione dell' Italian Council, bando di concorso promosso dalla - Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane del MiBACT.

Si tratta della direzione guidata da Federica Galloni per la promozione dell'arte contemporanea italiana a livello internazionale. I progetti sono stati selezionati da una commissione presieduta da Federica Galloni. Tra i 50 progetti che hanno partecipato a Italian Council risultano candidature da tutto il mondo: da Sydney a Città del Capo, ed in Europa, da Francia, Germania, Spagna e Regno Unito.

L'obiettivo strategico dell'iniziativa è stato pienamente raggiunto e il primo bando è parte di un progetto più strutturale e di lungo termine per finalizzare forme di sostegno istituzionali alla creatività nazionale. I progetti sono stati selezionati da una Commissione esaminatrice composta da cinque membri di alto profilo: Federica Galloni, Carlos Basualdo, Senior Curator of Contemporary Art del Philadelphia Museum of Art; Stefano Baia Curioni, Professore associato di Storia Economica dell'Università Bocconi di Milano; Maria Grazia Messina, Storica dell’arte, saggista e docente di Storia dell’Arte Contemporanea all’Università di Firenze, Alberto Salvadori, Direttore OAC Fondazione Cr Firenze.

L’Italian Council sostiene la creatività contemporanea italiana negli eventi promossi dalla DGAAP, come il Premio New York, il Premio Berlino, il Premio Shangai ed il Padiglione Italia della Biennale di Venezia. Per le iniziative programmate nell'ambito dell' Italian Council l' Istituto italiano di cultura di Bruxelles ha già preso contatto con il Musinf.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-08-2017 alle 21:13 sul giornale del 02 agosto 2017 - 357 letture

In questo articolo si parla di cultura, musinf

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aLOH