Jamboree: "Strada chiusa e perdite per il mio locale", le proteste del titolare di un pub in via Chiostergi

29/07/2017 - Venerdì sera la strada su cui insiste la mia attività è stata arbitrariamente chiusa con conseguente impossibilità per me di lavorare. Tale chiusura è stata motivata dalle esigenze di evacuazione in caso di attentati, ma di fatto la strada è ostruita all'inizio, mentre tra piazza del duca e la fine di Via Oberdan (altezza Banca delle Marche) sono stati lasciati gli stand che possono continuare a lavorare mentre a me tale privilegio è stato tolto!

Quindi oltre alla totale illogicita del provvedimento di chiusura della mia strada, non sono stato avvertito per tempo di questa decisione, ed in tal modo ho sostenuto ingenti spese per garantirmi merce a sufficienza per tutta la durata del Summer Jamboree, che notoriamente andrà perduta, spese per il personale, e ho subito rilevanti perdite!

La mia perdita, se il provvedimento di chiusura non viene revocato, è molto alta e faccio presente che come per ogni altro commerciante del luogo, il Summer Jamboree è la mia fonte principale di guadagno che garantisce a me ed alla mia famiglia la sopravvivenza. Già ieri ho subito delle perdite consistenti anche nell'allontanamento dei turisti dalla mia attività.
Ho attivato il mio legale poco fa per inoltrare una diffida al Comune. Di fatto il Comune si è preoccupato di garantire l'incasso per stand e attività rimovibili sacrificando incredibilmente chi invece è del luogo, ciò è inaccettabile.

da Luca Olivetti







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-07-2017 alle 15:53 sul giornale del 31 luglio 2017 - 4953 letture

In questo articolo si parla di attualità, Un lettore, summer jambore

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aLI5





logoEV