BCC Corinaldo: un impegno straordinario per erogare 3 milioni e mezzo di euro a 444 alluvionati

26/07/2017 - Dal marzo del 2017 si sono finalmente sbloccati i rimborsi del Governo per l'alluvione del 2014 ai privati. I rimborsi però non sono erogati direttamente dal governo ma dalla Cassa Depositi e Prestiti tramite le banche che hanno aderito ad una speciale convenzione.

La procedura in realtà è piuttosto complessa: la banca convenzionata, una volta ricevuta la documentazione dall'Ente Locale, richiede la "provvista", ovvero i soldi da erogare a Cassa Depositi e Prestiti, che li concede ad un tasso di interesse prestabilito. La banca quindi accende un mutuo al beneficiario con lo stesso tasso, senza alcun ricarico. Le rate di questo mutuo saranno restituite dallo stato tramite un credito d'imposta.

Sarà per la procedura farragginosa, o per il fatto che da questa operazione la banca non guadagna nemmeno un'euro, ma nessun istituto bancario operativo in città aveva aderito fino al 10 marzo, quando la BCC di Corinaldo e la BCC di Ostra Vetere hanno sottoscritto la convenzione ABI/Cassa Depositi e Prestiti.

A causa di evidenti motivi geografici praticamente tutto il carico di lavoro è ricaduto sulla BCC di Corinaldo e in particolare sulla filiale di Senigallia. Su 900 aventi diritto circa, martedì le domande ricevute erano 440. Anzi 444 perché 4 sono arrivate solo martedì pomeriggio.

Dal 10 marzo in poi il lavoro nella filiale diretta da Francesco Taus e nell'Ufficio Fidi di Corinaldo diretto da Giovanna Campolucci il lavoro è stato frenetico. Il 10 aprile le prime 15 erogazioni, poi 110 erogazioni il 25 aprile. Ed altre 140 il 10 maggio. Ad oggi sono state evase 366 domande, tutte tranne 20 dalla filiale di Senigallia. E quasi tutte a clienti di altri istituti bancari.
La Filiale della BCC di Corinaldo di Senigallia ha anche dedicato uno sportello agli alluvionati aperto il pomeriggio.

Nei mesi successivi, aprile e maggio 2017 altre BCC hanno sottoscritto la convenzione ABI/Cassa Depositi e Prestiti, e poi anche altri istituti bancari, ma non tutti quelli operanti in zona.

"Ringrazio la struttura per l'impegno profuso in un tempo davvero limitato e con una procedura nuova e farraginosa che ci ha permesso di offrire un'importante servizio al territorio - dice Mauro Tarsi direttore della BCC di Corinaldo - non dimentichiamo che anche la nostra filiale è stata alluvionata.
I rimborsi per le aziende arriveranno presto (probabilmente tra settembre e ottobre). La BCC di Corinaldo è pronta per accogliere le richiesta di quanti, clienti o non clienti volessero sfruttare l'esperienza maturata sul campo
".





Questo è un articolo pubblicato il 26-07-2017 alle 16:09 sul giornale del 27 luglio 2017 - 2416 letture

In questo articolo si parla di michele pinto, economia, bcc corinaldo, redazione, alluvione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aLBL





logoEV