Il "Lato B" protagonista dell'estate senigalliese... siamo sicuri che il problema sia solo la dignità femminile?

25/07/2017 - X-Masters, una delle più seguite manifestazioni dell'estate senigalliese, ha organizzato un inedito concorso di bellezza dal titolo "Miss Lato B". Nella giuria è stato invitato anche l'assessore Gennaro Campanile che, preso dall'entusiasmo, ha realizzato un video delle ragazze in gara. Apriti cielo!

Le critiche all'assessore sono arrivate sia dall'opposizione, on Beatrice Brignone, che dalla segretaria del suo stesso partito, Elisabetta Allegrezza. Campanile ha quindi fatto marcia in dietro cancellando il video e chiedendo scusa.

Senza entrare nel merito del discorso sulla dignità della Donna e sulla riduzione del corpo femminile ad oggetto (non è esprimere opinioni il compito di un giornalista) noto una ipocrisia di fondo.
Sono tanti i concorsi di bellezza che affollano l'estate senigalliese, a cominciare da Miss Italia che è stata scelta per celebrare la bandiera blu.

Si potrà obiettare che "Miss Lato B" premia una sola parte del corpo femminile, altri concorsi prendono in considerazione l'intero corpo femminile. A parte che tante delle fasce distribuite sono dedicate a "Miss Sorriso" o a "Miss Ingambissima" si rimane ancorati solo alla bellezza, non all'interezza della persona.

Le ragazze, alcune di loro almeno, passano i mesi invernali in palestra a rassodare i glutei, per poter sfoggiare un sedere più bello in spiaggia indossando tanga microscopici. Chiunque abbia trascorso anche solo una giornata in spiaggia a Senigallia sa quanto questa moda sia diffusa.

X-Masters ha dato risalto a questa tendenza e lo ha fatto in maniera coerente. Perché una manifestazione dedicata allo sport premia non solo la bellezza del "Lato B" ma anche la costanza dell'allenamento per modellarlo.

Rimane però aperto il discorso sulla dignità femminile. Questi concorsi la rispettano o la insultano?
Credo che ognuno resterà della propria idea, ma le uniche titolate a decidere a riguardo siano le regazze che decidono di partecipare a questi concorsi o di dedicarsi ad altro.
Per questo è davvero importante che la partecipazione a questi concorsi, da Miss Lato B a Miss Italia, fino (perché no?) a Miss Maglietta Bagnata sia riservato solo alle maggiorenni.

Per anni, in qualità di direttore di Vivere Senigallia sono stato invitato in giuria di tantissinmi concorsi, ed ho visto anche ragazze di 14 anni sottoporsi ad un giudizio. Questo, mi permetto di esprimere un'opinione personale, vorrei non avvenisse più.





Questo è un editoriale pubblicato il 25-07-2017 alle 20:00 sul giornale del 26 luglio 2017 - 7010 letture

In questo articolo si parla di michele pinto, politica, gennaro campanile, editoriale, miss lato b e piace a Daniele_Sole

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aLAP





logoEV