Ostra affascinata dalle inedite suggestioni del “Gran Concerto Estivo”

musica generico - 650px 24/07/2017 - Domenica sera la platea di Piazza dei Martiri è stata avvolta da un’atmosfera evocativa, grazie al sofisticato repertorio offerto dai protagonisti del “Gran Concerto Estivo”.

La Banda Musicale Città di Ostra “O. Bartoletti” - arricchita da una sezione ritmica composta dalla chitarra elettrica di Giacomo Lanari, dal basso elettrico di Giovanni Prezzemoli e dalle tastiere di Simone Mosca - ha dedicato l’intera prima parte del concerto al compositore Astor Piazzolla, avvalendosi anche della presenza di sensibili solisti: Angela Manoni al violino, Adriano Candi alla fisarmonica e Michele Paolino al sax baritono. Guidate dalla bacchetta del M° Gabriele Buschi, le note di quello che è stato definito il “Nuevo Tango” hanno letteralmente immerso gli spettatori nelle suggestioni calde e vibranti delle composizioni, ricche di contaminazioni stilistiche, del grande musicista argentino.

Nella seconda parte Il “Coro dell’Antica Città” di Casine di Ostra, preparato dal proprio M° Tommaso Torreggiani, ha condiviso palcoscenico ed emozioni con gli strumentisti, interpretando brani coinvolgenti quanto inconsueti. Il pubblico ha potuto così vivere la scoperta dell’America attraverso i richiami epici di “1492- The Conquest of Paradise” di Vangelis; commuoversi con “Music” di J. Miles, appassionata dichiarazione d’amore nei confronti della musica interpretata, insieme al Coro, dalla voce solista di Stefano Manzetti; immaginare luoghi ancestrali grazie alle sonorità etniche di “Adiemus” del compositore gallese K. Jenkins; entusiasmarsi con la storia della cattedrale incompiuta di Barcellona, narrata in modo solenne e maestoso da “La Sagrada Familia” della band inglese The Alan Parsons Project, sognandone il completamento.

La commistione di ritmi ed armonie che le due affiatatissime formazioni ostrensi hanno eseguito ha suscitato, dall’inizio alla fine della serata, emozioni dalle mille sfumature, facendo di questo concerto uno spettacolo di livello qualitativo elevatissimo.

La Settimana della Musica non avrebbe potuto avere inizio migliore, ed i prossimi appuntamenti saranno un crescendo: martedì 25 luglio la “Gioachino Orchestra”, diretta dal maestro Michele Mangani e composta da giovanissimi musicisti allievi del conservatorio di Pesaro, offrirà uno spaccato di grandi successi legati all’America.

 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-07-2017 alle 12:08 sul giornale del 25 luglio 2017 - 961 letture

In questo articolo si parla di attualità, ostra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aLw6