Pizza Connections: corso da pizzaioli per richiedenti protezione internazionale

17/07/2017 - Ha appena avuto termine la 1°ed. del corso base di pizza napoletana e HACCP per richiedenti protezione internazionale. Il corso, patrocinato dal Comune di Senigallia, fa parte del progetto “Pizza Connections” sviluppato dall’ente di formazione Soc. Coop Soc. Vivere Verde Onlus in collaborazione col maestro pizzaiolo partenopeo Pasquale Petrillo.

Il corso ha rilasciato la certificazione HACCP (in ottemperanza al D.G.R. 2173/02 - Applicazione del Reg. CE 852/0) e l’attestato di frequenza. L’obiettivo di “Pizza Connections” è quello di offrire - in maniera continuativa e in sinergia con le realtà locali – un percorso formativo finalizzato a creare nel migrante accolto nelle strutture del nostro territorio un profilo professionale utilizzabile ai fini dell’integrazione socio-culturale e dell’auto affermazione di sé. Alcuni degli allievi di questa prima edizione, a cui ne seguiranno altre, accederanno al programma di tirocini formativi che la Vivere Verde Onlus ha da tempo attivato sul territorio marchigiano.

Una rappresentanza della classe di neo-pizzaioli sarà ospite della 2° ed. di “Un mare di pizza”, il festival della pizza che si terrà dal 20 al 23 luglio presso la nuova pescheria del Porto di Senigallia. In un momento storico caratterizzato dal crescente dramma della migrazione, dal possibile sfruttamento lavorativo del migrante e dalla obiettiva difficoltà di sviluppare e sostenere modelli integrativi efficaci, questo progetto intende offrire uno strumento non assistenziale capace di innescare nei ragazzi percorsi professionali trasparenti e costruttivi. La Vivere Verde Onlus attiverà l’autunno prossimo anche il corso di pizza napoletana e HACCP aperto al pubblico.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-07-2017 alle 12:24 sul giornale del 18 luglio 2017 - 1035 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aLi3