Corinaldo: 500 anni dopo l'assedio torna la Rievocazione Storica del Pozzo della Polenta

16/07/2017 - Nel 1517 Corinaldo, assediata, sconfisse gli eserciti del Duca di Urbino. Ancora oggi, dopo mezzo millennio esatto, per i corinaldesi è motivo di orgoglio e l'occasione per una delle feste più belle.

"Sarà un'edizione davvero speciale quella del 2017 per la rievocazione storica del Pozzo della Polenta - spiega il presidente dell'Associazione Federico Piersanti - ad iniziare dalla presenza di tutti i 39 duchi e le 39 duchesse che hanno vestito gli abiti storici appositamente preparati nelle 39 edizioni precedenti. Ma c'è molto di più, ad iniziare dal Palio, realizzato dal maestro Bruno d'Arcevia che raffigura proprio il Rione Porta Nuova che ha vinto l'edizione 2016.
Il risultato che rivendico è la presenza, dopo 13 anni del gruppo degli sbandieratori dell'Araba Fenice come ospiti privilegiati.
Anche se sono passati 500 anni i valori per cui si combattè allora sono validi ancora oggi. Parliamo di valori come la solidarietà e la libertà".

Il presidente dell'Associazione Pozzo della Polenta Federico Piersanti presenta la XXXIX edizione della rievocazione storica:

"Sono tante le iniziative con cui intendiamo celebrare i 500 anni dall'assedio - ha spiegato l'assessore Giorgia Fabri - ad iniziare dalla mostra, dal libro, fino all'annullo postale, e ad una sezione speciale del Concorso Fotografico Mario Carafòli interamente dedicata alle foto scattate nei tre giorni della festa".

"Per Corinaldo e per i corinaldesi la Festa del Pozzo della Polenta è molto più di una tradizione - spiega il neo assessore Riccardo Silvi - è la festa dei corinaldesi, perché tutti, in qualche momento della loro vita, hanno contribuito alla sua organizzazione. E per Corinaldo è anche l'occasione per accogliere, non con dei gadget, ma con il sorriso e la disponibilità, come è nella natura dei corinaldesi".

"Con questa festa - spiega il sindaco Matteo Principi - raccogliamo i frutti dell'attività sinergica delle associazioni. La Festa del Pozzo della Polenta è la festa più antica della provincia, ma in questi 39 anni non abbiamo mai smesso di migliorarne la qualità.
L'edizione di quest'anno è stata l'occasione per stringere rapporti con Mondolfo, sia per il ponte appena riaperto che per la storia, perché anche loro 500 anni fa furono assediati dai duchi di Urbino, anche se l'esito fu differente."





Questo è un articolo pubblicato il 16-07-2017 alle 23:53 sul giornale del 18 luglio 2017 - 1309 letture

In questo articolo si parla di michele pinto, corinaldo, spettacoli, Associazione Pozzo della Polenta, festa del pozzo della polenta, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aLhR