La Rotonda segnalata come luogo simbolo per parlare di fotografia

12/07/2017 - Sempre più forte l'immagine di Senigallia Città della Fotografia. La giornata di studio sulla fotografia marchigiana tenutasi a giugno alla Rotonda a mare, proprio in questi giorni viene proposta sul sito del Mibact, attraverso le registrazioni video integrali di tutti gli interventi, curate da Anna Mencaroni.

Si tratta di un evento di approfondimento storico che ha avuto favorevoli accoglienze. La fotografa Anna Maria Germontani, annunciando un suo prossimo ritorno a Senigallia per concordare l'articolazione della presenza di sue fotografie nelle raccolte del Musinf ha espresso al prof. Bugatti "complimenti e congratulazioni per lo splendido evento del Mibact a Senigallia" ritenendo "più che qualificati gli interventi, attuali gli argomenti e particolarmente impattante il luogo dove la giornata Mibact si è svolta. La Rotonda con le sue forme architettoniche e la sua luce” ha scritto la Germontani "non poteva che essere il luogo più appropriato per parlare di fotografia e, quindi, di luce.

Anna Maria Germontani è nata a Milano, ha frequentato il Liceo Classico e si è laureata in Ingegneria Nucleare al Politecnico di Milano. Ha iniziato a fotografare intorno ai vent’anni, sollecitata dalla frequentazione con il cugino Luigi Crocenzi. Nel 1979 si è trasferita, per motivi familiari, in Argentina, una realtà nuova, immensa e stimolante che la ha impegnata nel reportage su luoghi e culture così diversi. Rientrata in Italia, nel 1986, ha seguito delle ricerche tematiche: il lavoro sulle comunità a-cattoliche in Milano negli anni ’90 che viene pubblicato in un libro; l’interpretazione estetica della scultura funeraria; il progetto “Il Cammino della Scultura“, 1990; le immagini di “Donne oltre”, sulle donne viste al di fuori della quotidianità.

Ha poi seguito il corso “Donna Fotografa“ con Giuliana Traverso ed il workshop con Giuliana Scimé ed Emilio De Tullio. Ha fatto parte dei “Fotografi del Filologico”. Ha esposto: 1993, Pietrasanta (LU) - Centro Culturale L. Russo “Le voci dell’anima”, 1994, Centro Sociale Garibaldi di Milano, 1995, Gallarate (VA) - Galleria “Il Sestante” “Armonia nel silenzio” e nello stesso anno al Centro Sociale Garibaldi di Milano e al Club Fotografico Albizzate, Albizzate, 1996, Milano - Circolo Filologico Milanese Mostra Premio per il Concorso Internazionale a Portfolio “Mino D’Amico”, 1997, Gallarate (VA) - Galleria “Il Sestante” “Il credo degli altri”, 1998, Milano, Images on the Road di Giovenzana “CulturaScultura”, 2000, Milano - Biblioteca Gallaratese “Donne Oltre”, 2001, Milano - Libreria Rizzoli “CulturaScultura“, 2015, Lucca - Pholux-festival Mostra collettiva “Sacro e Profano”, 2015, Senigallia - Museo d’arte moderna e della fotografia, presentazione della ricerca fotografica “La realtà ingannevole”.


 





Questo è un articolo pubblicato il 12-07-2017 alle 12:05 sul giornale del 13 luglio 2017 - 312 letture

In questo articolo si parla di cultura, musinf

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aLac