Nasce alla parrocchia San Pio X del Ciarnin l'Associazione Insieme Si Può Fare nel ricordo di Daniele Casali

23/06/2017 - Era il 7 dicembre ed era freddo. Daniele Casali, dopo 4 anni di malattia, di chemio, di dolori lancinanti, di lotta strenua contro un male bastardo, chiudeva gli occhi e abbandonava questa terra.

Era ricoverato da mesi all’hospice di Chiaravalle, dove entra chi sa di non poterne più uscire. Eppure nella stanza numero 5 di quel reparto dove aleggia incombente la morte, non c’è stato un solo attimo in cui non pulsasse, energica e forte, la vita. Era un muratore Daniele e con le mani sapeva fare di tutto ed allora invece che abbattersi e mollare, aveva cominciato a fare qualcosa per gli altri coltivando una sua passione, l’hobbistica, il costruire oggetti di ogni tipo, usando materiali di scarto, tappi di sughero, stoffe, fili che aveva trasformato magicamente in alberelli di Natale in legno, centritavola, portacandele, portapenne. All’hospice avevano organizzato un mercatino per mostrare la straordinaria abilità di Daniele e avevano raccolto 400 euro donati all’associazione San Martino che aiuta le famiglie bisognose e che hanno bambini.

In quei 4 anni dolorosi e sfibranti, Daniele Casali ha avuto accanto una famiglia di persone straordinarie, la moglie Francesca, i suoi splendidi figli, Laura di 26 anni, Elisa di 23 e Luca di 16, tanti amici e familiari che non lo hanno mai lasciato solo. Daniele è morto ma la fiamma della vita continua a riscaldare e a illuminare il percorso di chi gli ha voluto bene. Così è nata l’associazione “Insieme si può fare”, presentata nei giorni scorsi all’oratorio della parrocchia San Pio X del Ciarnin di Senigallia.

“Mio padre fino alla fine – ha detto Laura Casali – ha inneggiato ed amato la vita ed ha mostrato a tutti la sua straordinaria creatività. Per questo abbiamo voluto fondare quest’associazione che è aperta a tutti con l’obiettivo di stare insieme riscoprendo le emozioni e la manualità. Vogliamo valorizzare i rapporti tra genitori e figli, nonni e nipoti, anziani e bambini e portare un sorriso e sostegno alle persone in difficoltà.

Promuoveremo corsi manuali, musicoterapia, danza terapia, centri si ascolto, passeggiate ludico creative e collaboreremo con l’AOS, associazione oncologica senigalliese”. Del direttivo fanno parte Olivia ed Enea Bruschi, Ilenia Andreozzi, Laura Galeazzi mentre collaborano con l’associazione la psicologa Eleonora Carboni, la terapeuta Laura Casavecchia, Giulia Galassi, Silvia Bruzzesi ed altri professionisti sensibili e vicini alla famiglia Casali.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-06-2017 alle 09:28 sul giornale del 24 giugno 2017 - 2091 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aKBi





logoEV