M5S: "Il centro storico muore, e l’amministrazione sta a guardare?"

ponte 2 giugno 22/06/2017 - Le modifiche apportate negli ultimi mesi alla viabilità del centro storico e la drammatica riduzione dei parcheggi stanno danneggiando gli esercenti e i residenti. Tuttavia, le numerose richieste di rivedere la viabilità e il Piano del Traffico, presentate da parte dei cittadini e delle opposizioni, sono rimaste inascoltate.

Le portavoce comunali del M5S cittadino, Martinangeli e Palma, hanno chiesto di inserire all’OdG del prossimo Consiglio Comunale una ulteriore mozione per chiedere la revisione della viabilità delle vie del Centro Storico, a seguito della chiusura di Ponte II Giugno. L’interessamento del M5S alle problematiche della mobilità a Senigallia - viabilità e carenza di parcheggi, in particolare del centro Storico – risale già ai primi mesi di consiliatura, attraverso la presentazione di diversi atti, quali:

interrogazione del 21 dicembre 2015 in cui si sollecitava l’Amministrazione a provvedere alla revisione del Piano del Traffico, a causa dei problemi di intasamento veicolare nelle vie del centro e dei problemi di sosta selvaggia, conseguenti ai lavori di riqualificazione degli Orti del Vescovo e di Piazza Garibaldi, riducendo in centro la richiesta di mobilità con il mezzo privato, potenziando il servizio pubblico collettivo e quindi istituendo dei servizi di bus navetta.

interrogazione del 6 aprile 2016 in cui si chiedeva conto all’Amministrazione del mancato aggiornamento del Piano Urbano del Traffico, risalente al 2009, che dovrebbe avvenire invece ogni 2 anni, ai sensi dell’articolo 36 del Codice della Strada (D.Lgs. 285/1992 aggiornato con L. 221/2015. È stato anche richiesto se fossero stati utilizzati parte dei fondi derivati dalle sanzioni stradali (fino al 50%) per la redazione / aggiornamento del Piano stesso.

interrogazione del 26 maggio 2016 in cui si rinnovavano le preoccupazioni del nostro gruppo relativamente alla permanenza delle criticità nella viabilità cittadina, con gravi ripercussioni e danni anche agli operatori commerciali del centro,

interrogazione del 23 dicembre 2016 in cui si denunciava l’ulteriore aggravamento della criticità della viabilità, a seguito della chiusura di Ponte II Giugno, che aveva creato una interclusione della via XX Settembre e della via Dogana Vecchia alla circolazione delle autovetture, senza alcun preventivo avviso alla popolazione ed ai commercianti del Quartiere Porto.

La modifiche alla viabilità cittadina hanno prodotto effetti ben visibili sia sulla parte di centro storico che va da Ponte Garibaldi a Porta Mazzini, sia sulla zona del quartiere Porto, a causa dell’isolamento del lungofiume lato nord, con conseguente danneggiamento di tutte le attività commerciali ivi presenti.

A seguito della riqualificazione di Piazza Garibaldi è stata creata una nuova ZTL, determinando la comparsa di nuove criticità quali incroci molto pericolosi, come quello tra Via delle Caserme, l'imbocco di Ponte Garibaldi e Via Cavallotti, attraversato anche dalle strisce pedonali. L’accesso alla strettissima Via delle Caserme, per una parte a doppio senso, rappresenta un costante pericolo di collisione tra le autovetture nel punto di svolta, per l’assenza di specchi che segnalino a chi guida la presenza di veicoli provenienti dall’opposto senso di marcia, inoltre il lungofiume di Via Portici è occupato praticamente ad ogni ora del giorno, ma in particolare nelle ore di punta, da file di auto che non possono raggiungere altrimenti l’altra sponda del Misa, con ingorgo del traffico anche a causa dello stop situato sull’intersezione con la trafficatissima Via Perilli (Via R. Sanzio).

La situazione si è ulteriormente aggravata a seguito della ordinanza sindacale del 21 novembre 2016, che ha sancito senza alcuna condivisione con la popolazione ed i commercianti del Rione Porto l’interdizione al traffico veicolare di Ponte II Giugno, determinando la interclusione alla circolazione di Via XX Settembre e di Via Dogana Vecchia, sul lungofiume lato nord, con gravissimi danni ai residenti e soprattutto alle attività commerciali.

Il M5S di Senigallia, da sempre, molto attento alla questione della mobilità, essendo stato anche contattato da una rappresentanza di cittadini residenti o con attività lavorativa nelle zone interessate, ha partecipato ai diversi incontri che gli stessi hanno organizzato in proposito. I commercianti, i professionisti ed i residenti del Centro Storico e del Rione Porto si sono riuniti nelle giornate dell’1 e 7 dicembre 2016, chiedendo chiarezza al Sindaco ed agli Assessori alla viabilità ed al commercio, intervenuti nella seconda riunione, sulle cause dell'ordinanza interdittiva al traffico su Ponte II Giugno. In quella stessa sede, la cittadinanza ha formulato concrete proposte per restituire fluidità alla circolazione, invocando a gran voce opportune modifiche della penalizzante viabilità attuale ed il ripristino della circolarità e fluidità del traffico veicolare, con un intervento mirato sulla segnaletica, atto ad eliminare le interclusioni create. Nella fattispecie si è chiesto di:

invertire il senso di marcia di Via Dogana Vecchia per poter ricongiungere il traffico a Via XX Settembre,

ricreare una circolarità della viabilità che convogli il traffico da Via Portici a Ponte Perilli (eliminando lo stop in fondo a Via Portici e inserendolo su Via Raffaello Sanzio), e da Ponte Perilli, lo faccia rientrare in Via Dogana Vecchia e proseguire in Via XX Settembre fino a Ponte II giugno, per il rientro in centro.

Le modifiche suggerite non comportano grande investimento, ma solo la volontà politica di intervenire. Ovviamente la proposta deve essere vagliata dagli uffici competenti, ma finora non si sono avuti riscontri. In data 26 gennaio 2017 e 5 giugno 2017 i commercianti ed i professionisti del centro storico si sono nuovamente riuniti, preoccupati dai risvolti estremamente negativi sulle loro attività della nuova viabilità ridisegnata dall'amministrazione comunale, e sempre più angustiati per la sorte delle loro attività, alcune delle quali hanno nel frattempo chiuso i battenti.

Tutti gli atti presentati dal M5S per sollecitare l'Amministrazione a procedere all'aggiornamento del Piano Urbano del Traffico e per apportare al più presto i necessari correttivi alla nuova viabilità, nonché le nostre richieste di potenziamento del servizio pubblico collettivo, con servizi di bus-navetta dalla periferia al centro, anche a tutela dei residenti, delle attività commerciali e dei soggetti “deboli” (pedoni, disabili, adulti con carrozzine o passeggini …) sono rimasti inascoltati. Di fatto, nessun atto è stato prodotto da questa amministrazione in merito alla revisione del Piano del traffico – con i dovuti adeguamenti relativi alla previsione dei parcheggi, del trasporto pubblico e della ciclabilità.

Con questa ultima mozione, che sarà discussa nel prossimo Consiglio Comunale del 27 giugno, il M5S chiede al Sindaco e alla Giunta di attivarsi immediatamente per apportare le modifiche alla circolazione più opportune per permettere il ripristino della viabilità e l’accesso veicolare alle zone risultate intercluse con la chiusura del Ponte II Giugno. La cittadinanza attende risposte!





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-06-2017 alle 09:23 sul giornale del 23 giugno 2017 - 1592 letture

In questo articolo si parla di politica, senigallia, Movimento 5 Stelle, ponte 2 giugno, Senigallia 5 stelle

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aKyO