Textbook: un progetto di storia al Panzini di Senigallia

13/06/2017 - Molto interessante il progetto TEXTBOOK che si è svolto durante il corso dell’anno scolastico e ha preso in considerazione la storia di Roma dalle origini a Carlo Magno. I ragazzi coinvolti hanno collaborato con impegno realizzando un libro che è stato presentato il 5 giugno 2017 nella sala incontri dell’istituto.

Le classi coinvolte: 2 H e 2 N del settore enogastronomico e le docenti di Italiano e Storia, che hanno portato avanti questa progettualità: Carla Costarelli e Anna Paola Olivetti. Hanno collaborato anche i professori Lucia Paolini, Luigi Palumbo e Gaia Santoni. Il progetto ha preso vita partendo dalla considerazione che spesso risulta difficile l’approccio degli alunni con i testi in adozione e come i libri in oggetto non rispondano, a volte, alle esigenze degli alunni; inoltre il libro di testo è spesso visto dai ragazzi come uno strumento ostico, difficile da leggere e da comprendere.

Un progetto questo innovativo che ha dato l’opportunità a studenti e docenti di sperimentare il proprio processo di apprendimento e che ha visto lo studente attivo, partecipativo e collaborativo; un “artigiano” che crea il proprio prodotto spinto dalla sua creatività, curiosità, desiderio di conoscere, di esplorare anche con l’aiuto di strumenti e metodologie didattiche innovative. Ecco che è nato questo TextBook, un libro-dispensa, sulla base dei veri interessi ed esigenze dei ragazzi, al fine di migliorare e facilitare l’apprendimento. Un plauso va agli alunni per la loro disponibilità e capacità che hanno avuto di rapportarsi ai compiti didattici in modo attivo e responsabile. Un progetto che ha visto la collaborazione degli alunni di due classi e di due docenti che hanno lavorato in sinergia, portando i ragazzi a conoscere la storia in maniera diversa e con una modalità più significativa realizzando il proprio testo fatto “in casa”. Gli studenti nel “costruire” un manuale di storia si sono sentiti orgogliosi e nello stesso tempo consapevoli di poterla studiare in modo meno scolastico e più partecipativo; hanno capito come si realizza un testo scolastico e quanta fatica comporta il costruirlo.

Alla presentazione del libro erano presenti, oltre agli insegnanti coinvolti, gli insegnanti che hanno collaborato, il dirigente scolastico e il vice preside che hanno apprezzato il lavoro svolto. Alla fine gli stessi alunni hanno voluto ringraziare i loro insegnanti che hanno creduto in loro e che li hanno supportati durante tutto il percorso della realizzazione del lavoro. Ecco quello che hanno scritto: “Certo, siamo ragazzi del 2000 e viviamo di computer, con la testa infilata nel sacco della rete, ma adesso che vediamo realizzato il nostro progetto su carta, ci rendiamo conto di quanto sia importante lasciare un piccolo segno, un granello di sabbia di noi che rimarrà nel tempo e che non scomparirà con un clic.” Gli alunni delle classi 2 N e 2 H”.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-06-2017 alle 11:02 sul giornale del 14 giugno 2017 - 366 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, senigallia, Istituo Alberghiero Panzini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aKhI