Summer Jamboree #18: Del Satins di Stan Zizka, Chris Montez e Roy Gaines sono i 3 Big USA protagonisti a Senigallia

06/06/2017 - Dopo aver dato ai fan i numeri della fortuna, ovvero dal 29 luglio al 6 agosto, con tre giorni di prefestival (26, 27 e 28 luglio) che quest’anno sarà molto più esteso nella programmazione, il Festival Internazionale di musica e cultura dell’America anni ’40 e ’50 annuncia i nomi dei 3 Big USA ospiti dell’edizione numero 18.

Sul main stage (Foro Annonario) del Summer Jamboree 2017 a Senigallia (Marche – AN), per tre serate a seguire, saliranno i Del Satins di Stan Zizka e (USA), Chris Montez (USA) e l’inossidabile Roy Gaines (USA). Tre pezzi da Novanta della storia del rock and roll e figure centrali nell’evoluzione della musica tra gli anni Cinquanta e Sessanta.

I riflettori della più ambita vacanza Rock’n’Roll del mondo si accenderanno sui mitici “guappi” italo-americani Del Satins nella serata di domenica 30 luglio. Arriveranno per la prima volta in Europa e sono pronti a far rivivere le sonorità doo-wop degli esordi. Il gruppo è composto dai membri originali Stan Zizka e Tom Ferrara, affiancati oggi dalle new entry Edie Van Buren, Charlie Aiello e Emilio Funatora. Poterli vedere e ascoltare dal vivo, assaggiando un po’ delle sonorità autentiche del Doo-Wop e assistendo allo spettacolo che un gruppo storico come il loro sa mettere in scena, è un’opportunità senza pari. Questa band italo-americana dalla timbrica nera si afferma dopo aver vinto la “Battle of the groups” nella vitale New York del 1958. Allora le band si facevano battaglia a colpi di serrate armonie vocali e ritmo, o meglio di doo-wop. La vittoria li catapulta sulla scena mediatica nazionale e nel 1961 registrano il loro primo 45 giri di successo: “I'll Pray for You" (End Records). È così che arrivano all’attenzione di Dion Di Mucci e dopo mezza canzone di provino diventano la sua backing band. Con lui registrano "Runaround Sue" che li porta in testa alle classifiche di Billboard e cantano brani storici come "The Wanderer”, "Lovers Who Wander", "Little Diane", "Love Comes to Me", "Ruby Baby", "Drip Drop" (Laurie Records), fino ad arrivare a registrare la mitica "Donna the Prima Donna" con il colosso della Columbia. Proprio con questa etichetta lo stesso Dion ha poi prodotto il loro singolo "Feeling no pain”. I Del Satins conquistano di nuovo la vetta delle classifiche anche con un proprio pezzo, “Shout shout knock yourself”, scritto da Ernie Maresca, autore anche di “The Wanderer”.

Queste sonorità newyorchesi e italo-americane, saranno precedute sabato 29 luglio da quelle personalissime di Chris Montez, artista ispano-americano la cui biografia umana e artistica è talmente significativa e centrale nell’evoluzione del rock and roll dai Cinquanta ai Sessanta da meritare nel 2014 un documentario “The Chris Montez Story”. Fortemente influenzato da artisti come Ritchie Valens (che avrà la fortuna di incontrare sul palco) e Sam Cook con il quale parte in tour negli stati del sud, i suoi successi miscelano influenze ispaniche e rhythm and blues.

Montez inizia a cantare giovanissimo e arriva al successo nel 1962 con “Let's dance”. La sua energia e il ritmo particolarmente accattivante per i teenager degli anni Sessanta lo portano presto anche all’estero e in Gran Bretagna, nel tour con Tommy Roe, gli fanno da band di apertura quattro giovanissimi ancora poco noti Beatles. La sua versione della ballata “The more I see you” è tra le più diffuse e scelte nel cinema, per esempio apre una famosa scena nel film “Frantic” di Polanski.

Prima di loro, venerdì 28 luglio, sarà a Senigallia personaggio davvero straordinario: Roy Gaines. Nato in Texas nel 1934, compirà 83 anni poco dopo la conclusione del Summer Jamboree 2017 e quando salirà sul palco, avrà appena un anno in meno di quanti ne aveva Chuck Berry quando nel 2010 fece scatenare il Foro di Senigallia. Lunga vita al rock and roll o il rock and roll allunga la vita? Ottantatre candeline illuminano una vita piena di successi e esperienze influenzate dal Texas Blues.

Incoraggiato dalla madre, Roy Gaines inizia a suonare il pianoforte fin da giovanissimo, per poi scegliere di darsi la chitarra perché "era più facile conoscere le ragazze", scherza (ma non troppo) lui stesso. A 16 anni si trasferisce in California dove a sua bravura viene notata e gli permette di suonare con alcuni dei personaggi più popolari dell’epoca, tra cui Roy Milton, Ray Charles. La sua chitarra si può ascoltare anche in alcune sessioni della diva Billie Holiday, con la quale partecipa a diversi programmi. Si toglie lo sfizio anche di recitare se stesso in un film culto come “Il colore viola” di Spielberg. Attraverso la sua chitarra potremo ascoltare il suono di quasi 80 anni di musica autenticamente statunitense.

I 3 Big Usa per l’apertura della Hottest Rockin’ Holiday on Earth (così come è stato ribattezzato dal pubblico del Festival il Summer Jamboree) faranno da preludio a moltissime altre sorprese riservate dal sogno anni Quaranta e Cinquanta che si rinnova da 18 anni a Senigallia.

Quella di quest’anno sarà infatti un’edizione più ampia in termini di giornate (12 invece delle precedenti 10), di spazi dedicati, il festival sarà sempre più diffuso per tutta la città e di programmazione artistica.

Nella Line Up del Summer Jamboree #18 che verrà presentata nelle prossime settimane in Conferenza Stampa si spazierà infatti dai grandi classici attesi dal pubblico come l’Hawaiian Party sulla spiaggia (mercoledì 2 agosto) che vedrà l’acclamato ritorno di Greg & Max Paiella e i Jolly Rockers, il Rock and Roll Show con la Abbey Town 22 Pieces Big Band (la notte di sabato 5 agosto) a progetti speciali come “Rockin’ Mandolino” realizzato con l’Accademia Mandolinistica Napoletana e a riferimenti assoluti per il genere rockabilly, come il chitarrista australiano Pat Capocci, tra i nomi più attesi di questa edizione insieme a The James Hunter Six (UK), L’ospite che quest’anno più rappresenta il trait d’union fra passato e presente formidabile voce R’n’B inglese.

Si allarga anche l’universo del ballo di genere con un Dance Camp che passerà dai tradizionali 3 giorni a 9 giorni di programmazione dal 29 luglio al 6 agosto per 135 ore di lezione divise tra Beginners, intermediate e advanced per imparare i segreti di questi balli dell’epoca dai migliori ballerini della scena mondiale.

E sarà ancora più ricco ed esteso il Rockin’ Village con al suo interno uno straordinario Vintage Market aperto già da primo giorno di pre festival il 26 luglio con decine di imperdibili espositori di modernariato, memorabilia, abiti e accessori vintage.

Il Summer Jamboree è organizzato dalla Summer Jamboree S.r.l. e promosso da Comune di Senigallia e Regione Marche con la partecipazione della Camera di Commercio di Ancona. Partner etico: Lega del Filo d’Oro.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-06-2017 alle 10:44 sul giornale del 07 giugno 2017 - 681 letture

In questo articolo si parla di musica, attualità, summer jamboree

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aJ5T