Un convegno sugli abusi sui minori organizzato dal Lions

22/05/2017 - Il Lions Club di Senigallia con spirito di servizio alla cittadinanza ha organizzato lo scorso venerdì 19 maggio una conferenza dal titolo “Abuso sui minori: una mano per prevenire ed aiutare attraverso l’informazione e la sensibilizzazione”.

Relatore d’eccellenza il Questore della Provincia di Ancona dott. Oreste Capocasa coadiuvato dalla dott.ssa Tiziana Maccari Isp. Sup. SUPS Responsabile della Sezione reati contro la persona e sui minori della Squadra Mobile di Ancona; relatori specialisti nel settore medico la dott.ssa Annalisa Simoncini medico psichiatra e psicoanalista, la dott.ssa Elisa Gervasi psicologa e il dott. Moreno Marcucci psichiatra e psicoterapeuta. La sala della biblioteca comunale era gremita di uditori: dagli avvocati e tra questi anche professionisti che operano nel settore, nonché rappresentanti delle Forze dell’Ordine oltre alla Responsabile Area Minori e famiglia dell’Ambito Territoriale Sociale n. 8 dott.ssa Marta Montesi, infine rappresentati del mondo dell’associazionismo e volontariato quali l’Associazione “Un Tetto”.

Oltre ad una analisi del territorio e all’esposizione delle modalità degli interventi in concreto di cui si è fatta portavoce la Questura, i temi trattati hanno consentito di scendere nell’analisi di come mettersi in ascolto, del metodo piu’ efficace per valutare i disagi dei minori e di come interpretarne i segni. Sicuramente un interrogativo attuale visto che sono emerse molte realtà di violenza ed abusi a volte invisibili ed a volte ignorati. L’abuso sul minore, nelle sue molteplici forme, è un evento traumatico che destabilizza il normale sviluppo biopsicologico e sociale del bambino. Un evento traumatico come l’abuso altera il normale sistema di difesa del bambino, il senso di sicurezza, di fiducia, di affidamento e di controllo sull’esterno. L’aspetto principale del trauma è lo stato di impotenza e di terrore che si innesca nel bambino di fronte ad un pericolo da cui non riesce a fuggire.

La sua mente ed il suo corpo sono completamente destabilizzati; fino ad arrivare ad uno stato di profonda confusione emotiva di rabbia e amore nonché alla completa perdita di sé. Molto spesso è difficile intervenire in tempo ma quando si arriva come si può aiutare a guarire, sia il bambino sia la famiglia? La guarigione passa nel sostenere il bambino a rompere le mura del silenzio e dell’omertà che lo circonda, abbattere la prigione dentro la quale è segregato per poter dare di nuovo colore alla sua psiche persa ma che speriamo grazie all’attività e al sostegno di soggetti pubblici e privati speriamo possa essere ritrovata. Un incontro “su un tema complicato e delicato” come lo ha definito il Sindaco dott. Maurizio Mangialardi che ha ringraziato il Lions Club attraverso il suo presidente dott. Dario Pescosolido e l’organizzatrice del convegno avv. Laura Amaranto perché ancora una volta un club service riesce a portare all’attenzione della cittadinanza problemi di difficile ed immediata soluzione con il coraggio di chi dei problemi vuole conoscere le ragioni, le cause e l’impatto sociale ed offrire la conoscenza di una rete di operatori che giorno dopo giorno di adoperano per il bene della persona.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-05-2017 alle 17:19 sul giornale del 23 maggio 2017 - 415 letture

In questo articolo si parla di attualità, lions club

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aJB0





logoEV