"Segnare il campo”, presentato il progetto di rigenerazione urbana creativa dello stadio Bianchelli

22/05/2017 - Unire creatività e senso civico, per riqualificare un brano di città e far crescere tra la cittadinanza la cultura che la tutela dei beni ambientali e del patrimonio artistico spetta a tutti.

È questo l’obiettivo che si propone “Segnare il campo”, l’innovativo progetto di rigenerazione urbana promosso dal Comune di Senigalli mirato al recupero delle mura perimetrali dello stadio Bianchelli, il quale coinvolge gli studenti dell’istituto “Corinaldesi” e del liceo scientifico “Medi”, la Vigor Senigallia e lo studio di architettura Ceccarelli CpiuA. L’intervento, interamente sponsorizzato dall'azienda Caparol, si inserisce nell’ambito del progetto di alternanza scuola-lavoro e vedrà protagoniste le classi terze e quinte delle scuole sopracitate. Il primo stralcio, che partirà a giorni grazie al parere positivo dato dalla Soprintendenza, interesserà l’intero fronte principale dell’ingresso monumentale, dove le statue realizzate dallo scultore Silvio Ceccarelli presentano cavillature e lesioni dovute alla vetustà del manufatto, alle sollecitazione da sisma e all'inquinamento atmosferico.

Gli studenti del “Corinaldesi”, all'interno di un percorso didattico coordinato dalla professoressa Ansuini, coadiuvata dagli operatori Patrizio Massi e Sabina Angelelli, si sono occupati di analizzare lo stato del degrado del tratto interessato dall’intervento attraverso il rilievo geometrico e la campionatura dei materiali, mentre gli studenti del “Medi” hanno approfondito il profilo storico-documentaristico del manufatto. Le conoscenze acquisite in tale percorso hanno fornito gli elementi necessari per eseguire un corretto restauro e definire i costi di intervento. Data la rilevanza artistica del complesso, il restauro sarà realizzato dall’esperta Giovanna Macchi, già impegnata all’interno del Palazzetto Baviera, che gratuitamente donerà alla città le sue qualificate competenze. Gratuiti saranno anche gli interventi in muratura realizzati dall'impresa Marinelli, e i ponteggi forniti dalla Tecnoedil si occuperà dei ponteggi.

“Un progetto che mi piace molto - afferma il sindaco Maurizio Mangialardi - in particolare per ciò che rappresenta sul piano culturale. Nel corso degli ultimi anni abbiamo investito molto nel progetto del Museo Urbano di Scultura dell’Adriatico per valorizzare il patrimonio artistico-monumentale di Senigallia. In questo senso, il recupero del gruppo scultoreo di grande valore realizzato da Silvio Ceccarelli non solo è coerente con l?impostazione che ci siamo dati, ma ne rappresenta un prestigioso arricchimento. Ma il progetto mi piace anche per la capacità che ha avuto di mettere insieme le competenze di soggettività diverse, tutte animate dalla volontà di operare per il bene della città, e non ultimo perché ha dimostrato che la tanto vituperata alternanza scuola-lavoro può rappresentare una grande opportunità sia per i ragazzi delle scuole che per le comunità in cui sono chiamati a operare”.

“Il progetto – aggiunge l’assessore alla Pubblica istruzione Simonetta Bucari – inserito in un percorso di educazione alla cittadinanza attiva che portiamo avanti da tempo, prende spunto dall’idea che le strade, le piazze, i giardini, i parchi, gli spazi urbani, le città intere sono beni comuni e l’onere della cura e della conservazione di questi beni deve ricadere solo sul Comune, ma è compito di tutti e di ciascuno contribuire fattivamente alla loro manutenzione e tutela”.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-05-2017 alle 17:50 sul giornale del 23 maggio 2017 - 1533 letture

In questo articolo si parla di cronaca, comune di senigallia, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aJCl





logoEV