Arcevia: 70° Anniversario per l'Avis

19/05/2017 - Il 2017 è senza dubbio un anno importante per l’AVIS, sia nazionale che locale: l’AVIS nazionale festeggia, infatti, i suoi 90 anni mentre l’Avis di Arcevia festeggia il suo 70° compleanno.

Era il 5 agosto 1947 ed erano ancora aperte le ferite del secondo conflitto mondiale, quando presso il palazzo municipale, su iniziativa del dott. Antonio Raffaeli, primario dell’Ospedale di Arcevia, si costituì un comitato di cittadini con lo scopo di creare, sull’esempio di altre più grandi città, una sezione di Donatori di Sangue.

Il Comitato provvide a stampare e diffondere un manifesto per invitare i cittadini arceviesi ad aderire all’associazione e l’invito venne accolto con grande entusiasmo da un folto numero di persone, spontanee, altruiste e generose, che in pochi mesi resero la sezione AVIS di Arcevia attiva ed in grado di soddisfare il fabbisogno di sangue del locale Ospedale.

Da allora la Sezione è rimasta sempre attiva e sempre si è impegnata affinché i suoi soci periodicamente si recassero a donare sangue, per trovare nuovi donatori e per promuovere la cultura del dono e della solidarietà.

Non ci siamo mai persi d’animo, nemmeno quando il nostro Centro è stato chiuso nel 2014, ci siamo impegnati e battuti per la sua messa a norma, per l’accreditamento secondo norme nazionali e comunitarie, ottenuto a pieni voti, e per la sua riapertura a fine 2015 e ancora nel 2016 (dopo un’altra chiusura per mancanza di personale): oggi è uno dei 2 soli centri sul territorio della zonale di Senigallia che hanno saputo resistere e restare in attività.

Per commemorare questo importante momento di vita associativa, seppur con i suoi 70 anni l,’AVIS di Arcevia ha deciso, innanzitutto, di tornare a scuola. Ha sempre considerato, infatti, il contesto scolastico come il luogo educativo “per eccellenza”, per poter trasmettere ai ragazzi valori importanti come l’altruismo e la solidarietà, presupposti fondamentali per diventare adulti responsabili . Nel periodo storico che stiamo vivendo i mutamenti sociali viaggiano con ritmi velocissimi e spesso diventa difficile stare al passo con i tempi ma ci sono valori che né il tempo, né il “progresso” dovrebbero far venir meno.

Dagli incontri con gli studenti delle scuole arceviesi sono scaturite molte iniziative che si svolgeranno in parte entro la fine del corrente anno scolastico e in parte entro il prossimo. I festeggiamenti avranno, comunque, inizio sabato 20 maggio a partire dalle ore 8,30 presso il parco Giacomo Leopardi dove gli studenti dell’IPSIA Bettino Padovano di Arcevia dedicheranno la loro assemblea di istituto al progetto “VOGLIA DI...DONARE”.

Sarà l’occasione per ribadire l’importanza del dono e della solidarietà. Le ragazze e i ragazzi doneranno il loro talento e le loro ospiti Flavia Fanà, Alessia Polita e Asia D’Arcangelo le loro esperienze di vita. Al termine ci sarà uno scambio di doni, i ragazzi doneranno un’opera realizzata nel loro laboratorio di officina e l’AVIS donerà alla scuola un defibrillatore. Saranno inoltre consegnate le benemerenze in rame – 8 donazioni (Aguzzi Andrea, Apolloni Angelo, Baldetti Roberta, Bauco Marco, Bini Elisa, Biondi Graziella, Bonacorsi Mattia, Bramucci Marco, Bruni Silvia, Bussoli Miroslav, Calcatelli Sara, Cammarata Costantino, Cantiani Paul Ian, Capitanelli Marco, Capitanelli Vincenzo, Capitani Federico, Casagrande Conti Laura, Caterino Vincenzo, Ceccacci Marco, Cesaretti Sauro, Cinti Andrea, Coppa Roberto, Costantini Luca, Fattori Michele, Gabarrini Giona, Gambini Simone, Giombi Elisa, Gori Gianni, Lenci Ilaria, Luzietti Massimo, Maiolini Gabriele, Marchegiani Marco, Marconi Alessandro, Marcucci Arianna, Mariotti Chiara, Mazzi Laura, Ottaviani Gabriele, Petrolati Gianluca, Petroni Paola, Procaccini Erika, Profili Davide, Pulcinelli Lorenzo, Pulcinelli Michele, Romani Samuele, Rosa Alessandro, Sabbatini Romina, Salerno Daniela, Salvioni Iacopo, Santini Adriano, Silvestri Mara, Simonetti Simone, Spoletini Alex, Ugolini Fiorenzo, Venanzi Agostino, Venturi Quattrini Sauro) e le benemerenze in argento – 16 donazioni (Agostinelli Scipioni Elisa, Agostinelli Scipioni Paolo, Allegrezza Franceschina, Badiali Federico, Bini Enrico, Bini Michele, Bucci Marco, Bussoli Miroslav, Caldarigi Leonello, Capitanelli Vincenzo, Capitani Federico, Caterino Vincenzo, Ceccacci Marco, Cinti Andrea, Da Silva Fernando, De Angelis Simonetta, Emili Gilberto, Gabarrini Gioele, Gabarrini Giosuè, Galtelli Giuliana, Giombi Giuseppino, Lazzari Celeste, Lenci Barbara, Luzi Paola, Luzietti Massimo, Maiolini Gabriele, Mencarelli Sandra, Micucci Pamela, Milletti Simone, Paoletti Daniele, Papi Martina, Petroni Chiara, Pieroni Paolo, Pulcinelli Giovanni, Pulcinelli Lorenzo, Pulcinelli Michele, Rosati Mauro, Santantoni Francesco, Santini Sauro, Spoletini Alex, Ugolini Roberto, Vagni Roberto, Venanzi Agostino, Venturi Quattrini Patrizia, Venturi Quattrini Sauro, Verdini Lilith, Zucca Luigi).

Sempre sabato 20 maggio e sempre presso i locali ex Cappuccini, alle 18,30, saranno gli studenti delle classi 3^, 4^ e 5^ della Scuola primaria dell’Istituto Comprensivo di Arcevia, Montecarotto e Serra de Conti a presentare e rappresentare le poesie vincitrici del 1° Concorso di poesia “PAROLE IN VERSI...DIVERSI”. Le relative autrici e i relativi autori saranno premiati con targhe offerte dall’AVIS. A fare da cornice all’evento i disegni realizzati dalle classi 1^ e 2^ B della scuola primaria di Arcevia.

Domenica 21 maggio si terrà invece la cerimonia ufficiale. Si inizierà alle ore 8,45 con l’accoglienza delle AVIS consorelle che giungeranno da molti Comuni della Regione Marche, seguirà la Santa Messa nella Collegiata di San Medardo, poi il corteo accompagnato dal gruppo musicale strumentale “Città di Sassoferrato” giungerà al monumento al donatore per la deposizione dei fiori.

Alle 11,15 al Teatro Misa dopo il saluto delle autorità, le alunne e gli alunni della classe 2^ A della scuola primaria di Arcevia presenteranno uno spot appositamente ideato per il settantesimo compleanno dell’AVIS a cui seguirà un importante intervento dell’AOS Associazione Oncologica Senigalliese sull’importanza del dono del sangue e su ciò che questo generoso e volontario gesto significa, in termini di qualità e aspettative di vita, per coloro che di sangue hanno bisogno.

Saranno infine consegnate le benemerenze in argento dorato – 24 donazioni (Agostinelli Scipioni Paolo, Avenali Daniele, Baracaglia Monia, Battestini Fiorella, Belardinelli Stefano, Bucci Marco, Bussoli Miroslav, Caldarigi Leonello, Caterino Vincenzo, Ceccolini Raniero, Cesaretti Gabriella, Emili Gilberto, Ferretti Anna Maria, Fraboni Federico, Franceschetti Graziella, Franceschini Maria Cristina, Gabarrini Gioele, Giampaolo Gabriele, Giombi Giuseppino, Lazzari Celeste, Luzietti Massimo, Manieri Marco, Mariotti Roberta, Mencarelli Sandra, Milletti Simone, Orlandi Cristina, Ottaviani Stefano, Pacenti Mauro, Paoletti Daniele, Paolini Mauro, Pietrini Franco, Rosati Mauro, Santini Giorgio, Sgreccia Alberto, Spadini Giuliana, Tenti Franco, Venturi Quattrini Sauro, Zappatori Pamela, Zucca Luca) le benemerenze in oro – 50 donazioni (Aguzzi Sandro, Avaltroni Tiziana, Belardinelli Stefano, Betti Filippo, Bianchi Sandro, Bruni Michele, Bucci Fabrizio, Casoli Lorenzo, Caterino Vincenzo, Felicetti Paolo, Gasparri Peppino, Lucarni Andrea, Magagnini Giovanni, Marcucci Lanfranco, Marcucci Simonetta, Mencarelli Domenico, Pieragostini Paola, Quagliani Luca, Ruzziconi Mauro, Venturi Quattrini Sauro), le benemerenze in oro con rubino – 75 donazioni (Agostinelli Scipioni Fabio, Aguzzi Stefania, Badiali Nazzareno, Baldarelli Elvio, Cuicchi Gastone, Emili Alfredo, Finocchi Federico, Gambarara Mario, Giorgi Giuseppe, Memè Francesco, Montalbini Marino, Nicolelli Claudio, Ottaviani Paolo, Paolini Lorenzo, Pasqualini Riccardo, Petrolati Nello, Quagliani Fabio, Ramoscelli Fabrizio, le benemerenze in oro con smeraldo – 100 donazioni (Aguzzi Stefania, Bontempi Enio, Bruni Franco, Correani Terzo, Giovannelli Luca, Mariotti Mauro, Sabbatini Nevio, Solfanelli Enrico Truffellini Adrio) e le benemerenze in oro con diamante – 120 donazioni (Agostinelli Domenico, Battestini Augusto, Lenci Mauro, Tisba Maurizio) prima di trovarci tutti insieme presso i locali ex Cappuccini a pranzo per il quale in anticipo ringraziamo tutte le volontarie e i volontari che si sono adoperati e si adopereranno per la miglior riuscita della giornata. Citare tutti è impossibile, sono davvero tanti, a tutti GRAZIE DI CUORE!

Ma le iniziative per i 70 anni dell’AVIS di Arcevia non finiscono qui! Ci sono ancora diversi appuntamenti sponsorizzati dall’AVIS e tutti al teatro MISA: il 6 giugno, alle ore 20,45 la classe V^ della scuola primaria di Arcevia presenterà STRADE DI SETA, un libro che ripercorre la storia di una importantissima attività, “la filanda”, che, come l’AVIS, fa parte della storia, del tessuto sociale e culturale della nostra città.

Il 7 giugno, alle ore 20,45 sarà la classe 3^ della scuola primaria di Arcevia a presentare la propria recita di fine anno mentre il 10 giugno alle ore 20,45, sarà ancora la classe 2^ A a portare in scena una recita proprio sul tema del dono e della solidarietà.

In corso d’opera inoltre una mostra sulle opere del Prof. Enio D’Incecco che sarà inaugurata i primi di luglio e un’altra iniziativa che vedrà la luce entro la fine del 2017.

Dietro ognuna delle iniziative che ho menzionato c’è stato e c’è tanto lavoro, tanto impegno da parte delle ragazze, dei ragazzi, delle e degli insegnanti e ovviamente da parte nostra ma è stato bello avere una risposta positiva da tantissime persone per rendere omaggio a 70 anni di storia di una nobile associazione qual’è l’AVIS, della quale da 25 anni faccio parte e che ormai da diversi anni ho l’onore di presiedere.

Ma la risposta più importante resta quella dei donatori che non si fanno certo pregare quando il Centro Trasfusionale di Senigallia chiama per carenza di qualche gruppo sanguigno o quando, come accaduto in tempi recenti, la grave carenza di sangue che affligge la Regione Marche ormai da mesi, ha comportato la chiusura delle sale operatorie per gli interventi d’elezione all’Ospedale Regionale di Torrette, è il Dipartimento di Medicina Trasfusionale a farlo, attraverso l’Avis Provinciale o Regionale.

Come sempre accade, i donatori, quelli di Arcevia inclusi, hanno prontamente risposto all’emergenza sangue e questo ha permesso la ripresa dell’attività chirurgica.

I Presidenti delle AVIS comunali vengono esortati ad esortare a loro volta i donatori affinché la Regione Marche torni ad essere un’eccellenza nella produzione di sangue e di plasma. Quella di domenica potrebbe essere una buona occasione per poterlo fare personalmente con i donatori.

I donatori vanno ricordati e rispettati sempre, non solo nelle emergenze, e soprattutto va ricordata l’importanza che rappresenta per il servizio sanitario nazionale e per la salute di tante persone la donazione da donatori periodici, volontari, anonimi, e non retribuiti, sia di sangue che di plasma, quest’ultimo indispensabile per l’ottenimento di proteine che vengono trasformate in farmaci in grado di migliorare la qualità della vita.

Tornando a noi, Arcevia vanta, quindi, un efficiente centro di raccolta sangue presso l’Ospedale di Comunità, dove uno o due lunedì al mese, in base al numero dei possibili donatori, è presente il nostro Direttore Sanitario, dott. Danilo Massidda, e dove si effettuano dalle 150 alle 200 donazioni delle oltre 450 annue. Il numero di donazioni in rapporto al numero dei residenti è sempre molto alto, malgrado il calo dovuto ai lunghi periodi di chiusura del Centro di raccolta e al calo generalizzato dovuto in gran parte alle attuali condizioni sociali, economiche e lavorative.

Ogni giorno ci sono migliaia di pazienti che, saltuariamente o sistematicamente, necessitano di sangue e suoi derivati a causa di incidenti stradali o per le patologie più disparate e un nostro piccolo gesto può essere grandissimo per la vita di qualcun altro.

Invito chiunque possa farlo a donare, a scrivere la storia futura della nostra AVIS: donare sangue è un gesto di grande solidarietà.

Purtroppo ormai da tempo non possiamo più usufruire della nostra Sezione, danneggiata dagli eventi sismici dello scorso anno ma, grazie alla sensibilità dell’Amministrazione Comunale presto avremo un’altra sistemazione. Al Sindaco di Arcevia e all’Amministrazione Comunale tutta va il nostro ringraziamento per questo e anche per la grande disponibilità dimostrata in questo periodo di “preparativi” per la nostra festa, per averci messo a disposizione personale, mezzi e bellissimi spazi, ringraziamento da estendere a tutti i Responsabili dei Servizi, con particolare riferimento all’Ufficio Tecnico, all’Arch Francesco Guidarelli, anche per la pazienza e la comprensione, e a tutto il suo staff compresi i ragazzi del Centro di Accoglienza, all’Ufficio Polizia Municipale, all’Ufficio Cultura, all’Ufficio Servizi Sociali e a tutti coloro che hanno contribuito e contribuiranno a rendere speciale questo importante anniversario.

 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-05-2017 alle 11:52 sul giornale del 20 maggio 2017 - 714 letture

In questo articolo si parla di sanità, arcevia, attualità, avis, sangue, donatori di sangue, avis arcevia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aJwy





logoEV