Con PagoPA il Comune verso la digitalizzazione dei servizi di incasso, previsto un risparmio di 250 mila euro

17/05/2017 - La pubblica amministrazione di Senigallia seguendo le linee guida dell’Agenda Digitale Locale cresce nell’impiego delle nuove tecnologie in ambito gestionale.

Il Comune di Senigallia, risulta essere uno tra i primi in Italia, e attraverso il progetto Senigallia 4.0 curato dalla società E-fil ha deciso di cogliere l’opportunità offerta da PagoPA per la digitalizzazione di tutti i servizi di incasso. Il servizio è già attivo per il pagamento della Cosap, tanto che ad ottobre il Comune di Senigallia figurava ai vertici nazionali per il numero di pagamenti transitati su PagoPA.

Attualmente è in fase di completamento l’integrazione con il portale per la gestione dell’imposta di soggiorno e si sta avviando la gestione degli avvisi di accertamento al codice della strada oltre a quelli legati alla gestione del pagamento dei servizi scolastici. “Per il Comune – afferma il sindaco Maurizio Mangialardi - la digitalizzazione di tutti i processi di incasso rappresenta una piccola rivoluzione. A regime, l’attivazione di PagoPA per tutti i servizi e tributi comporterà una semplificazione gestionale per i cittadini, una riduzione delle attività manuali di tutte le aree amministrative del Comune e anche una maggiore trasparenza nei pagamenti oltre ad un risparmio stimato in circa 250 mila euro l’anno”.

Tra i vantaggi offerti dalla nuova piattaforma c’è anche l’opportunità di monitorare i pagamenti in tempo quasi reale, caricare posizioni sia puntuali che massive (opzione utile soprattutto nell’ambito dei servizi a domanda), generare avvisi con bollettino in qualsiasi momento e disporre di una rendicontazione unica multicanale. Ma il progetto prevede importanti benefici anche per i cittadini, che vi potranno accedere direttamente dal portale istituzionale www.comune.senigallia.an.it, cliccando nell’apposita sezione PagoPa.

“Il cittadino – spiega l’assessora all’Innovazione tecnologica e all’Agenda digitale, Chantal Bomprezzi - può scegliere la migliore e più economica modalità di pagamento di tributi e servizi erogati: on line, sul portale messo a disposizione dal Comune, allo sportello postale, agli sportelli Sisal, Lottomatica e di Banca Itb (Tabaccai), attraverso l’home banking. I costi delle commissioni di pagamento sono trasparenti: il cittadino o l’impresa sceglie come pagare e con quale operatore. Siamo davvero soddisfatti perché il progetto, oltre a un adempimento di legge, rappresenta un obiettivo raggiunto per quanto concerne l’Agenda digitale locale”.

“Le ricevute telematiche relative alle singole transazioni – aggiunge Andrea Pastore, direttore operativo di E-fil - vengono trasmesse istantaneamente, attraverso il “Nodo dei Pagamenti - PagoPa”, al Comune. Entro 24-48 ore i prestatori dei servizi di pagamento devono trasferire sui conti di tesoreria del Comune i fondi incassati dai contribuenti. Tutte le transazioni relative a ogni area dell’ente verranno gradualmente digitalizzate e integrate con le procedure contabili e amministrative”.







Questo è un articolo pubblicato il 17-05-2017 alle 14:43 sul giornale del 18 maggio 2017 - 1236 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aJro





logoEV