Ostra cuore dei test per il Rally dell'Adriatico

16/05/2017 - Per la seconda volta consecutiva, la prima fu nel 2016 quando Lorenza Bellini, a capo della RTS e Moris Mansanta, Assessore al turismo del Comune di Ostra, hanno voluto creare questo evento.

Il pilota di punta è stato nuovamente Umberto Scandola, ritratto in foto con i commissari del Club Ferrari di Ostra, che hanno svolto un ruolo fondamentale di organizzazione e sicurezza durante la manifestazione. Si ringrazia anche la Croce Rossa di Senigallia, che ha messo a disposizione la propria ambulanza e servizio medico per una maggiore tranquillità di tutti. Le due giornate di prove sono andate bene, i piloti e i team che si sono alternati sono rimasti soddisfatti, le strade scelte si sono rivelate adatte al setup delle vetture in previsione del Rally Adriatico, che ha particolari caratteristiche come curve veloci e fondo compatto, con ghiaia in superficie.

Quest'anno il percorso è stato più esteso, ha interessato anche i vicini comuni di Senigallia e di Belvedere Ostrense, le cui amministrazioni hanno espresso parere favorevole dato il rilievo sportivo dell'evento e l'impegno preso dalla RTS a ripristinare le strade subito dopo le prove, per riportarle in condizioni ottimali. La popolazione è rimasta contenta, il disagio dovuto alla chiusura delle strade minimo e ben ricompensato dalla bella atmosfera di polvere, motori e passione che si respirava in questi giorni a Ostra. La RTS ringrazia tutti per la collaborazione e promette di ritornare l'anno prossimo a far vivere questo paese dal cuore sportivo.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-05-2017 alle 09:52 sul giornale del 17 maggio 2017 - 700 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aJn9





logoEV