Arte e autore al Gabbiano: Gabo, Marina Abramovic e l'attrice Ksenija Marinkovic

12/05/2017 - Ancora tre giorni di grande spettacolo con le Visioni d’Autore e d’Arte al Cinema Gabbiano.

Lunedì 15 maggio la settimana prenderà il via con Gabo, documentario sulla straordinaria vita di Gabriel García Márquez, uno dei maggiori scrittori del Novecento, premio Nobel per la letteratura nell'82, autore di capolavori assoluti come Cent'anni di solitudine e Cronaca di una morte annunciata. Cresciuto nella povertà della provincia colombiana, grazie alle sue righe portò il mondo intero più vicino al Sudamerica e alla Colombia in particolare, raccogliendo ovunque applausi e ammirazione.

Gabo – come da tanti era chiamato – riusciva a inocularsi nel cuore dei lettori attraverso una non comune sensibilità. Questo film su di lui, diretto dall’inglese Justin Webster, prende il via dalla cerimonia del Premio Nobel per la letteratura ricevuto dal colombiano nel 1982 per ripercorrere le circostanze che lo portarono da un villaggio ai confini del mondo fino alla fama mondiale, non trascurando di soffermarsi sul suo impegno professionale e politico, il giornalismo militante e l’amicizia con leader politici come Fidel Castro e Bill Clinton.

Martedì 16 maggio, con replica mercoledì 17 in orario pomeridiano (18.30), è in programma un appuntamento davvero particolare della rassegna dei mARTEdì d’arte, che abbandona la pittura per celebrare in questa occasione una delle più grandi e originali performer contemporanee.

The Space in Between - MARINA ABRAMOVIĆ AND BRAZIL è infatti dedicato alla scoperta della ormai famosa artista nata a Belgrado nel 1946, che ha esplorato i limiti fisici e mentali del suo essere, sviluppando e proponendo in pubblico il tema della trasformazione emotiva e spirituale. Il film diretto da Marco Del Fiol, per cercare di svelare il suo processo creativo, prende origine dalla ricerca di nuovi stimoli creativi che hanno condotto la Abramovic in un viaggio tra le vibranti comunità religiose del Brasile per fare esperienza dei rituali sacri. Tra cerimonie di purificazione e trip psichedelici, Marina riflette sulle affinità tra performance artistiche e rituali, in un tragitto anche interiore nei meandri del suo passato. Si tratta pertanto di un lavoro realmente “in between”, sospeso tra arte e vita, tra road movie e spiritual thriller, capace di parlare al cuore dello spettatore e al suo inestinguibile bisogno, consapevole o inconsapevole, di spiritualità.

La rassegna Visioni d’Autore del mercoledì proporrà quindi un evento speciale nella serata del 17 maggio con la proiezione di Dall’altra parte, un dramma ambientato nei paesi della ex Jugoslavia.

È la storia di Vesna, un'infermiera a domicilio di Zagabria, che sul lavoro riceve un giorno una inaspettata chiamata che le riporterà alla memoria un segreto nascosto per troppo tempo…

Il regista croato Zrinko Ogresta riflette su quali siano ancor oggi, vent’anni dopo, le conseguenze del sanguinoso conflitto balcanico, interrogandosi con il suo film sui fantasmi del passato, sui sensi di colpa e sui tempi del perdono, analizzando la società attuale e le sue cicatrici psicologiche, personali e sociali.

Al termine della proiezione il pubblico potrà confrontarsi in diretta, tramite un collegamento video Skype, con l’attrice protagonista del film, Ksenija Marinkovic, per approfondire grazie alla collaborazione come traduttore di Daniele Onori – tutti i retroscena di un film doloroso ma necessario.

Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 21.15 (ad eccezione della replica pomeridiana del film d’arte sopra indicata) e i rispettivi biglietti sono sempre acquistabili in qualsiasi momento anche online sul sito www.cinemagabbiano.it.

 







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-05-2017 alle 09:58 sul giornale del 13 maggio 2017 - 600 letture

In questo articolo si parla di cinema, cinema gabbiano, senigallia, spettacoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aJf0