"L’intima distanza. Il femminile declinato nelle sue molteplici forme" in biblioteca Antonelliana

17/03/2017 - "L’intima distanza. Il femminile declinato nelle sue molteplici forme" è l'appuntamento che rientra all’interno dell'iniziativa organizzata dal comune di Senigallia Donna tra le righe e che si terrà sabato 18 marzo alle ore 16,30 nella Biblioteca Antonelliana.

Interverranno Loris Ferri, Maram al-Masri per i testi, Alessandro Buccioletti 12 corde, Mauro Drudi immagini (dall’opera LEI). Con la partecipazione alla lettura di donne migranti: Nazma, Arifa, Fatima, Meriem Intervento di Catherine Iheme. Testi tratti dall’opera di Loris Ferri: Poema della residenza (Sigismundus editore 2016).

L’intima distanza per declinare il femminile nelle sue molteplici forme. Dalla sacralità della terra al corpo violato, dalla natura alla resistenza, dalla visceralità di una madre al battito del cuore, fino ad intrecciare tra le pieghe dei versi, storie di donne che prendono forma nel grande quadro infranto del nuovo secolo. E l’etimologia stessa ci apre il senso del nostro pensare: foemina. Ciò che crea, genera, ciò che produce significato, profondità di riflessione esistenziale, appartenente sia all’uomo che alla donna. È l’immaginario di un nuovo mondo possibile, è il sogno ad occhi aperti, la fecondità comune. Venivamo da sud, una carovana di occhi che brillavano in un giorno infuocato, eravamo infinite mani di cartone che i crocchi oscuravano nella luce di smeraldo dietro le colline, l’umida ombra eravamo, il polline di una nuova primavera





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-03-2017 alle 14:56 sul giornale del 18 marzo 2017 - 406 letture

In questo articolo si parla di cultura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aHxU