Le Rondini: alla biblioteca comunale presentazione dell'opuscolo “Immigrati anonimi. Storie di giovani e bambini”

16/03/2017 - In occasione dei 15 anni di attività dell’Associazione Le Rondini Onlus, si invita la cittadinanza a partecipare all’evento che si terrà presso la biblioteca comunale, martedì 21 marzo alle ore 17.00 per la presentazione di un opuscolo “Immigrati anonimi.

Storie di giovani e bambini”, che racchiude riflessioni di adolescenti e giovani sul proprio percorso di vita in Italia. Non tutti hanno le stesse motivazioni per emigrare; le cause di fondo per lasciare la propria terra sono  le più diverse, la povertà, le guerre, i disastri ambientali, l'assoluta mancanza dei diritti fondamentali della persona umana, violenze e torture,  tutte motivazioni unite dalla speranza e dal diritto di poter avere un futuro migliore.

Si è scelto di raccontare le emozioni dei più giovani perché spesso, quando si parla di immigrazione, non si dà voce ai loro sentimenti e sogni. La rappresentazione delle letture drammatizzate sarà diretta da Laura Vera, laureanda presso la Reale Scuola di Arte Drammatica di Madrid, attualmente in Italia per un progetto Erasmus Plus. Seguiranno poi le testimonianze di alcuni giovani, seconde generazioni, coloro che in attesa dell’introduzione dello “ius soli” che ne riconosca la cittadinanza per diritto di nascita, vivono spesso un’identità frammentata, sospesi a metà tra la cultura d’origine e quella ospitante e le testimonianze di chi ha attraversato il mare sognando un futuro migliore.

L’associazione Le Rondini Onlus gestisce in collaborazione con i Servizi sociali del Comune di Senigallia un centro per l’integrazione di minori provenienti da altri paesi con lo scopo di favorire un loro positivo inserimento nella comunità locale attraverso il sostegno allo studio e diverse attività ricreative. L’ associazione promuove e realizza momenti di incontro e di aggregazione sociale anche per le famiglie al fine di favorire il dialogo, la condivisione e lo scambio culturale con l’obiettivo ultimo di contrastare l’emarginazione sociale e far emergere le attitudini personali del singolo. Sviluppa forme di prevenzione e di lotta all'esclusione, al razzismo, alla xenofobia.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-03-2017 alle 10:30 sul giornale del 17 marzo 2017 - 457 letture

In questo articolo si parla di attualità, associazione, intercultura, centro interculturale le rondini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aHtU





logoEV