Lastre in amianto presso la Casa albergo, l'ALA chiede l’intervento delle autorità competenti

15/03/2017 - Da sempre, l’associazione ALA riceve segnalazioni, denunce e proteste sulla presenza di amianto a Senigallia. Il fatto grave è che, nonostante le successive formali richieste inviate agli organi competenti, solo raramente e – quando accade - con estrema lentezza, vengono effettuati gli opportuni interventi.

Ma l’associazione lotta all’amianto non si demoralizza e prosegue la propria battaglia, sempre e comunque a fianco dei cittadini, affinché si faccia il massimo per la tutela della loro salute. L’ultima segnalazione interessa un’altra zona della città di Senigallia, a conferma che il problema amianto non riguarda prevalentemente campagne o zone periferiche. Si tratta della Casa albergo del Comune di Senigallia, ubicata in via Umberto Giordano per la quale segnalo all’attenzione del direttore del Servizio Igiene e Sanità Pubblica della ZT4, la richiesta di rimuovere o intervenire sulle lastre in cemento amianto da bonificare.

Tutto ciò al fine di garantire e tutelare la sicurezza per gli abitanti della zona limitrofa da eventuali dispersione di fibre di amianto delle lastre vetuste assolutamente da bonificare. Tra l’altro, mi risulta che tutte le altre palazzine nelle vicinanze sono state bonificate.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-03-2017 alle 10:59 sul giornale del 16 marzo 2017 - 1825 letture

In questo articolo si parla di cronaca, amianto, a.l.a., carlo montanari, casa albergo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aHrw