Sartini a Paradisi e Liso sull'alluvione: "Il giorno del risveglio opportunista"

giorgio sartini 14/03/2017 - Sembra che le indagini preliminari del processo relativo all’alluvione del 3 maggio 2014 siano al termine; il condizionale è d’obbligo perché, ad oggi, nessuno può dire che le indagini siano terminate, ad eccezione della Magistratura.

Qualcuno invece si è risvegliato dal letargo in cui si era autoconfinato, al solo barlume di un possibile processo penale. Devo dire la verità all’intera cittadinanza, l’unico che ha avuto la pazienza di attendere gli esiti del lavoro dei magistrati, la forza, la determinazione e l’onestà intellettuale di agire per ricercare la verità e collaborare con la Magistratura è stato il Coordinamento degli alluvionati, gli altri sono scomparsi da subito quando hanno visto che non era possibile prendere denaro da persone che erano state danneggiate. Oggi qualcuno sta provando a ritornare fuori: ma la città ha bisogno solo di soggetti che diano chiarezza.

Vi invito quindi a non cedere alle lusinghe di qualcuno, perché costoro aspettano solo di curare i propri interessi e non quelli di persone messe economicamente in ginocchio dall’alluvione. Concludo con una esortazione: “signor sindaco le chiedo di trovare un barlume di dignità istituzionale e rispondere alle domande postele dal Coordinamento degli alluvionati. Una sua risposta è un suo preciso dovere istituzionale da cui non può esimersi”.


da Giorgio Sartini
consigliere comunale Senigallia Bene Comune

 




Questo è un articolo pubblicato il 14-03-2017 alle 14:59 sul giornale del 15 marzo 2017 - 1792 letture

In questo articolo si parla di giorgio sartini, Senigallia Bene Comune

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aHpp